Rebels – Jaguares: la cronaca

share on:

Primo Tempo

Sono i Jaguares a dettare il ritmo nei primi minuti di gioco; i Rebels riescono a salvarsi un paio di volte rubando il pallone dentro i proprio 22, ma al 7° minuto ci pensa Sanchez a sbloccare il risultato grazie ad un calcio piazzato.

A svegliare i padroni di casa ci pensa Will Genia che, dopo una touche conquistata da Parling, trova un bel buco nella difesa e arriva fino ai 22 metri avversari. Placcato dal disperato tentativo di Cancelliere, il numero 9 Wallaby è bravissimo a riciclare il pallone in direzione di Meaks che schiaccia in meta. Debreczeni non sbaglia e i Rebels passano così in vantaggio 7 – 3 all’11°.

Gli australiani si ripetono 8 minuti dopo grazie ad una ottima rimessa laterale che conquista saldamente il pallone e inizia una maul avanzante. Genia trasmette il pallone al largo ed è Haylett-Petty a creare il gap vincente, mandando poi in meta Koroibete con un ottimo passaggio. Debreczeni è bravo a trasformare portando i suoi sul 14 – 3 al 19°.

A causa della pioggia battente che inizia a cadere sull’AAMI Park le squadre commettono un numero sempre più grande di errori gestuali che non fanno tenere alto il ritmo della partita. L’unica occasione di mettere punti sul tabellone arriva al 29° ma Sanchez sbaglia il calcio di punizione del possibile 14 – 6.

Il primo tempo si trascina stancamente verso la fine dei primi 40 minuti. Nessuna delle 2 squadre riesce a sbloccare il risultato, con i Jaguares che sprecano ben 4 rimesse laterali a 5 metri dalla meta dei Rebels. I padroni di casa hanno fatto il minimo necessario per marcare le 2 mete, difendendo poi ordinatamente i vani tentativi argentini di rispondere ai colpi subiti.

Commenti

Rispondi