AFL – NRL: dateci i nostri Leicester!

share on:

Gli australiani possono vivere un momento come quello del Leicester, anzi, due.

Le due città rivali di sempre si sfideranno questo fine settimana per i trofei di AFL e NRL, di fronte due cenerentole contro corazzate della città avversaria che cercano ancora di far bottino in casa altrui.

Logica vuole che le squadre più forti siano a prevalere, che Melbourne vinca a Sydney e viceversa, che entrambe le città soffrano per vedere squadre della rivale vincere nel proprio giardino di casa e gioiscano nel vedere la squadra della città andare a fare un dispetto in casa altrui.

Ma il cuore, romantico retaggio di uno sport andato, vorrebbe che gli occhi dei tifosi di Footscray e di Cronulla si riempissero di lacrime di gioia e che sia il mondo di un tempo, quello forgiato nel fango e nel sudore a trionfare in un mondo fatto di sponsor e ascolti TV.

Footscray prima della finale del 1954

footscray-1954-vfl-grand-final

Molte le similitudini tra le due finali, dove tradizione e nuovo si scontreranno per l’onore più grande.

A Melbourne Sabato andrà di scena la prima finale delle due, i Western Bulldogs dopo 55 anni torneranno a sfiorare il sogno realizzato solo nel 1954. A Sydney, il giorno dopo, i Cronulla Sharks cercheranno di realizzarlo per la prima volta in 49 anni di storia.

Gli Sharks nel 1967

1967-cronulla-sharks-nrl

Le squadre locali segnate da anni di alti e bassi e da scarso successo nelle rispettive leghe, avranno di fronte due avversari simili: neo-arrivati, malvisti e maggiormente vincenti.

Inutile negare il motivo per cui come ogni Melbournian che si rispetti si è scoperto tifoso dei Bulldogs Lunedì mattina, e ogni Sydneysider degli Sharks, sia principalmente l’insofferenza per vedere il trofeo andare nella città rivale.

I Melbourne Storm, nati nel 1997 per sfruttare il mercato della capitale del Victoria, hanno rappresentato una vera e propria tempesta nel mondo della NRL e non sono certo ben visti delle squadre tradizionalmente parte della lega.
Nei 19 campionati disputati si sono qualificati per le finali 17 volte, vincendo il titolo 4 volte. Due dei titoli sono stati loro revocati per aver pagato giocatori oltre il salary cap, ma il successo degli Storm ha comunque fatto male al cuore ai tifosi avversari.

Gli Storm con il primo trofeo nel 1999

1999-grand-final-melbourne-storm

Gli Swans, al contrario, non sono nati da zero, ma ancor peggio per i tifosi, sono stati la prima squadra a cambiare sede, da South Melbourne, dove erano nati nel 1874, a Sydney nel 1984. Un trasferimento che ha creato un terremoto nel mondo dell’allora VFL, creando il precedente per il trasloco di Fitzroy nel 1997 e il tentato trasferimento di North Melbourne dieci anni più tardi.
La ferita che fu il trasferimento di South Melbourne a Sydney si aggravò con gli iniziali successi del team nella nuova città, per poi lenirsi gradualmente tra la metà degli anni ’80 e ’90, quando gli Swans vinsero più volte il poco ambito cucchiaio di legno.
Passati i periodi bui, Sydney è diventata una delle squadre più temute della competizione, dopo aver vinto la propria prima Grand Final nel 2005, terminando un digiuno durato ben 72 anni, gli Swans si sono infatti attestati ai piani alti della classifica, ottenendo un record di partecipazioni ai playoff, riaprendo vecchie ferite.

La fine del grande digiuno

2005-sydney-swans-grand-final

In copertina Charlie Sutton guida i Footscray Bulldogs all’ingresso in campo nel 1954

 


Also published on Medium.

Commenti

2 Comments

Rispondi