AFL: Port Adelaide ferma Geelong

share on:

Incredibile quello che è successo all’Adelaide Oval nel Round 14, dove i padroni di casa sono riusciti a fermare Geelong.

13 giornate di campionato, 12 vittorie ed 1 sola sconfitta. Questo l’incredibile ruolino di Geelong, primissima forza del campionato. In queste 12 vittorie a fare notizia sono state l’incredibile qualità delle prestazioni, capaci di portare a casa i 4 punti vincendo sempre (tranne al Round 1 vs Collingwood), di almeno 20 punti di scarto. La squadra si è sempre mostrata forte in difesa (solo 788 punti subiti) e devastanti in attacco (1192 punti segnati), prima difesa e secondo attacco del campionato, numeri impressionanti.

Geelong è andata a far visita a Port Adelaide, una delle squadre più incostanti dell’intera Lega, capaci di giocare partite di livello a passaggi a vuoto clamorosi, certe volte in grado di passare da un estremo all’altro nella stessa partita. Sono la nona forza del campionato con un record di 6-6, con un attacco da 1033 punti ed una difesa da 960 punti subiti.

La partita è stato un capolavoro per Port Adelaide, capaci d’imbrigliare fin dalle prime battute il gioco di Geelong, dominando in lungo ed in largo nelle clearences, punto di forza della squadra del South Australia. In più la squadra ha fatto un lavoro immenso nel limitare le qualità di Dangerfield ed Ablett allestendo delle vere e proprie gabbie per non farli giocare al massimo. La chicca poi rimane il lavoro all’interno dei 50m difensivi, Geelong ha giocato 44 possessi in attacco in cui è riuscita a catturare solo 5 mark e di conseguenza costretta a giocare sempre possessi sporchi. In più Hawkins è stato totalmente annullato, Rohan e Dalhahus sono stati degli oggetti misteriosi per tutto il corso della partita.

Tutti ingredienti che hanno permesso a Port Adelaide di porta a casa una vittoria totalmente contro pronostico, una difesa forte e ben organizzata è stata alla base del successo, perché in fase offensiva Port non ha brillato ha mostrato dell’ottime trame soprattutto quando ha potuto correre in profondità, ma complice l’enorme sforzo difensivo molte volte è mancata di lucidità negli ultimi metri.

A livello individuale Robbie Gray ha giocato una partita incredibile da vero trascinatore, da 31 disposals, 4 clearences e 2 goal, molto bene anche il rookie Connor Rozee (ormai una sicurezza) capace di chiudere con 2 goal, 16 disposals e 5 marks. Prestazione totale per Travis Boak, vera e propria anima di questa squadra, nessun goal per lui ma un lavoro eccezionale in tutto il campo, come testimoniano le 11 clearences raccolte, gli 8 tackles e i 6 inside 50’s, prestazione totale.

Partita che apre scenari molto interessanti per il proseguo della stagione in cui Geelong dovrà dimostrare la forza di volontà per reagire subito, la prossima settimana al Simmonds Stadium ospiterà l’altra squadra del South Australia i Crows, per non rischiare di non perdersi a metà stagione come capitato a molte squadre nell’ultime annate. Port Adelaide potrebbe ricevere quella carica morale che potrebbe permettergli di dare uno slancio alla stagione ed occupare stabilmente un posto tra le prime 8.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.