AFL Relive: Elimination Final 2004, Melbourne – Essendon

share on:

Secondo appuntamento con l’AFL Relive, oggi torniamo indietro nel 2004 per una partita molto importante nella storia di Essendon.

Secondo episodio dell’AFL Relive, dove andremo a rivedere l’ultima gioia del popolo nero-rosso nella post season. Era il lontanissimo 4 settembre 2004, ben 5707 giorni passati senza che uno dei team più importanti della storia del Football Australia sia riuscito a vincere nella fase calda della stagione.

Stagione 2004 – Essendon si presentava ai nastri di partenza con un roster molto valido, con giocatori di altissimo livello in grande parte dei ruoli, all’epoca schieravano giocatori come Hird, Dustin Fletcher, Jason Johnson, Matthew Lloyd e la lista potrebbe continuare con un’altra decina di nomi di giocatori di assoluto valore. La stagione, però, è un’altalena costellata da ottime prestazioni a cadute poco edificanti. Riuscendo a strappare il pass all’ultima giornata vincendo contro Western Bulldogs e sfruttando il tracollo di Fremantle nell’ultime partite.
Melbourne ha avuto un cammino più tranquillo, lottando per l’accesso per i primi 4 posti, ma dovendo chiudere al quinto posto dietro a Geelong, ma dimostrando di avere le carte in regola per essere la mina vagante della post season.

L’Elimination Final – Il sistema playoff australiani, come diciamo sempre, sono diversi rispetto a quelli di qualsiasi altra nazione. Le prime 4 squadre hanno giocano la prima fase, con la possibilità di avere un’àncora di salvezza con la Semi-Final, le altre 4 (dalla 5° all’8°) iniziano subito i playoff con l’acqua alla gola dove non si può assolutamente fallire. La seconda Elimination Final vede contro Melbourne ed Essendon, un rematch della Grand Final del 2000, dove i Bombers vinsero il loro ultimo titolo con una super perfomance di squadra. I Demons si presentano alla partita con i favori del pronostico, con l’unico scontro diretto vinto con 29 punti di scarto, ma con nessun vantaggio del fattore campo, visto che entrambe le squadre sono di Melbourne e giocano al MCG. Per la partita sono previsti ben 60,903 spettatori.

La partita – Le gare ad eliminazione diretta dimostrano come i pronostici alla fine contano poco e nulla, fin dalle battute iniziale si capisce che nessuna delle due squadre lascerà un centimetro all’avversario. Il 1Q si chiudere con un netto pareggio 32-32 con Melbourne partita fortissima e poi ripresa con caparbietà dagli avversari. Nel 2Q partono forte i Bombers così forti che creeranno il primo significativo vantaggio, andando all’intervallo avanti con 31 punti di vantaggio. Uno scarto molto importante, che però non scoraggia i Demons capaci di giocare un 3Q pressoché perfetto, permettendo ai Bombers di segnare solo 4 punti e di segnarne ben 43, trascinati dal tandem offensivi Robertson ed Yze, Melbourne chiuderà il 3Q avanti di 8 punti. Lo svantaggio naturalmente non è incolmabile, però la prestazione nel 3Q di Essendon, lascia molti dubbi sul proseguo del match e sulla possibilità che Melbourne abbia incanalato la partita verso i propri binari. Nell’ultimo 4Q, però, accade di tutto entrambe le squadre non mollano e giocano duro per tutti i 20 minuti, mantenendosi a contatto fino alla fine, ma a decidere l’incontro sarà David Hlle, che segnerà un goal puramente calcistico, con difesa della palla e girata vincente senza nemmeno raccogliere l’ovale con le mani. La partita finirà 104-99, il popolo Essendon fece festa e sognava in grande.

Eredità di quella partita – Dopo quella sfida, Essendon, lottò con le unghie e con i denti contro Geelong dovendosi arrendere per 10 punti di scarto, in un match a basso punteggio. Da quel 4 settembre 2004 è iniziata la maledizione per i Bombers che sono stati totalmente incapaci di vincere una partita nella post season, ultima sconfitta quest anno contro West Coast nell’Elimination Final, dove sono stati letteralmente massacrati.
Anche per i Demons è iniziato un circolo vizioso, in negativo, però dal 2006. I Demons giocheranno la post season nel 2005 e 2006, per poi sparire dai radar fino al 2018, dove riuscirono a tornare alle Finals conquistando anche una qualificazione alla Preliminary Final contro ogni tipo di previsione.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.