AFL: Richmond si conferma campione

share on:

Impresa in rimonta delle tigers a Brisbane

Con un uomo in meno per tutta la partita, per l’infortunio di Vlastuin le tigers rimontano da -22 nel secondo quarto per vincere un’epica battaglia contro i cats.

Con tre titoli in quattro anni, questa formazione di Richmond entra di diritto nell’olimpo delle migliori di tutti i tempi.

Grande prova di Dustin Martin, Jason Castagna e Jayden Short per Richmond.

Per Geelong si chiude probabilmente un’era, con molti giocatori in fase oramai calante.

Nella serata che incorona Dustin Martin re dell’AFL, da encomiare la prova di Gary Ablett all’ultima uscita in campo per tutta la partita dopo essersi dislocato la spalla nei minuti iniziali.

Ultima apparizione per uno dei più grandi giocatori di sempre: Gary Ablett Jr.

La cronaca

Primo Quarto

Richmond e Geelong perdono subito due giocatori in scontri fortuiti, a pagare di più è Richmond che perde Vlastuin per tutta la partita, mentre Geelong deve fare a meno di Ablett per un quarto d’ora di gioco.

Quasi contemporaneamente  Vlastuin è stato messo ko da Dangerfield con una gomitata alla faccia dopo una respinta di pugno del centrocampista dei Cats, mentre Ablett, caduto male dopo un placcaggio di Cotchin, si infortuna alla spalla sinistra.

Nick Vlastuin assistito dai sanitari di Richmond

Il primo punto della partita arriva da Tom Hawkins che manda sulla sinistra un calcio da trenta metri.

Dopo un altro behind di Dangerfield dall’arco dei cinquanta, è Richmond a segnare il primo goal della partita grazie a Prestia in un’azione in velocità.
Passano meno di due minuti e McIntosh raddoppia in un’altra azione in rapida successione tipica delle tigers.
Nonostante i cats abbiano in Steward l’uomo in più in difesa, la capacità di muovere il pallone delle tigers si dimostra determinante in entrambe le azioni.

Il primo goal di Geelong arriva da Guthrie, a segno su calcio da fermo. 

A pochi secondi dal termine Geelong si riporta davanti con un altro calcio da fermo, questa volta Duncan va a segno da posizione defilata sulla destra.

Parziale Q1: Richmond 2 , 1  (13) – Geelong 2 , 2 (14)

Secondo quarto

Partono forte i cats che grazie a Dangerfield vanno in goal dopo poco più di un minuto di gioco.

Dangerfield festeggia il goal

Geelong continua a mettere sotto pressione Richmond, ma prima Miers si mangia un’occasione d’oro per troppa fretta, poi Tuohy manca la mira dall’arco dei cinquanta metri.

Finalmente Menegola centra i pali alti dopo tanta supremazia dei cats, accampati nel territorio delle tigers per tutto il tempo.

Uno scambio tra i migliori giocatori di Geelong dell’ultima decade: Ablett e Selwood culmina nel terzo goal a zero del quarto per i cats. A segno un altro beniamino di Geelong: “Tomahawk” Hawkins.

Si rivedono le tigers nella metà campo avversaria: Bolton con un behind per la prima volta a segno nel quarto per Richmond.

Nel momento critico vengono fuori i giocatori di classe e Martin dimostra ancora una volta il proprio senso innato del goal centrando con le spalle ai pali.

Dustin Martin festeggia il goal

Martin avrebbe un’altra occasione subito dopo ma invece di cercare il goal da fermo, cerca invano di servire i compagni e il quarto si conclude con i cats avanti di quindici punti.

Parziale Q2: Richmond 3 , 2  (20) – Geelong 5 , 5 (35)

Terzo quarto

Richmond esce dagli spogliatoi molto determinata e Riewoldt conquista un fallo dubbio dopo soli dieci secondi di gioco che trasforma in sei preziosissimi punti per le tigers.

La grinta di Jack Riewoldt

Il gap è quasi colmato quando Castagna va segno dopo due minuti, da -15 a -3

Bryan per i cats e Lambert per le tigers vanno a segno a metà del quarto, prima che Martin con un calcio in corsa meraviglioso completi la rimonta di Richmond, nuovamente in avanti sul tabellone dopo un eternità.

Parziale Q3: Richmond 7 , 4  (46) – Geelong 6 , 8 (44)

Ultimo quarto

Con le squadre separati da due soli punti, ogni momento del quarto finale è determinante per assegnare il titolo.

È subito Richmond, con Castagna, a segnare il primo goal dell’ultima frazione.

I cats reagiscono ma non riescono a trovare il varco giusto nella difesa delle tigers e incassano, a dieci minuti dal termine, un altro goal: Lynch segna da posizione facilissima, dopo aver marcato nell’area piccola.

Martin da il colpo di grazia alle speranze di rimonta di Geelong con un goal da oltre cinquanta metri.

Un’altra lunga pausa per consentire l’uscita dal campo in barella di Simpson da modo ai cats di rifiatare, Menegola non perde la concentrazione e centra i pali su calcio da fermo a sette minuti dal termine.

Sono poi Riewoldt e Martin a mettere la parola fine sulla partita il primo con un calcio da fermo difficilissimo dalla linea laterale a cinquanta metri dai pali, il secondo con un gola di rapina, anch’egli dalla linea laterale, ma da posizione ravvicinata.

Risultato finale  Richmond 12 , 9  (81) – Geelong 7 , 8 (50)

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.