Al Melbourne City la FFA Cup

share on:
FFA Cup finale Melbourne City Sydney FC

Il Melbourne City vince il primo trofeo della propria storia

Sconfitto il Sydney FC a Melbourne grazie a un goal di Tim Cahill a inizio ripresa

La squadra di Jonny van’t Shipp si aggiudica la FFA Cup battendo di misura il Sydney fin ora imbattuto nella stagione 2016/’17 e mette in bacheca il primo trofeo maschile della propria storia, dopo la conquista da parte delle ragazze dell’A-League 2015/’16

Partita dal ritmo lento all’AAMI Park di Melbourne per la prima mezz’ora. Molto deludente se si considera che le due squadre sono attualmente prima e seconda in A-League. Le occasioni da rete e le emozioni sono state scarse a parte un’accenno di rissa nei primi minuti, contorniato dalla rituale sceneggiata da parte di un giocatore caduto a terra.

Il momento clou del primo tempo, una finta rissa:

Per tutti i primi 45 minuti il Sydney ha manovrato di più ma non è riuscito a penetrare la difesa del City. I padroni di casa dal canto loro non sono riusciti a concretizzare su un paio di contropiede avuti a disposizione.

Nella ripresa il City si è presentato in campo con maggior piglio e dopo un paio di buone occasioni ha trovato il goal con un colpo di testa di Cahill su cross di Franjic.

Tim Cahill festeggia il goal a modo suo:

Un brutto fallo di Brillante ha visto Cahill uscire dal campo poco la rete, ma il vantaggio, invece di svegliare gli ospiti, ha dato maggior consapevolezza ai padroni di casa che si sono fatti pericolosi in un paio di occasioni.

Il letargo del Sydney è durato fino agli ultimi dieci minuti di gioco, quando consci dell’imminente sconfitta i giocatori di Graham si sono lanciati in avanti nel tentativo di raggiungere il pareggio.
La precisione non è però stata dalla loro parte con occasioni sprecate in maniera amatoriale.
Stesso discorso per il City, che di fronte a uno sbilanciato FC, ha avuto due chiare occasioni per chiudere la partita, ma i propri attaccanti hanno mancato la mira.

Il Sydney ha recriminato durante il recupero per un fallo di Malik su Brosque lanciato a rete, ma il deludente Green ha sorvolato sull’episodio.

In copertina: prima del calcio d’inizio le due squadre hanno osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime del disastro aereo dove hanno perso la vita anche i giocatori della squadra brasiliana della Chapecoense, foto 22metri


Also published on Medium.

Commenti

1 Comment

Rispondi