Ashes: Secondo giorno a Sydney

share on:
Smith Khawaja Cricket Ashes

Khawaja e Smith controllano il secondo giorno

I battitori australiani sicuri al crease dopo un inizio stentato dei Baggy Green

Il gioco è ripreso dal 5 per 233 punti di ieri, grazie ai due wicket messi a segno negli ultimi over dall’Australia.
L’Inghilterra ha resistito fino alla pausa pranzo, ma più per demeriti dei giocatori australiani che per merito dei propri battitori. In almeno due occasioni l’Australia ha mancato la presa al volo in maniera lampante.

L’Australia ha finalmente chiuso l’innings inglese prima della pausa pranzo per 346.

I “Richies”, omaggio al compianto Richie Beanaud in azione all’SCG, tradizionale evento del secondo giorno del test di Sydney

Dopo la papera di Bancroft al settimo lancio e l’uscita di Warner per 56, l’Australia ha trovato stabilità grazie a Khawaja e Smith.

Al termine del gioco i Baggy Greens hanno segnato un parziale di 193 per 2 wicket con Khawaja, 91*, prossimo alla centuria e Smith, 44*, alla mezza.

Steven Smith ha raggiunto l’elite mondiale del cricket raggiungendo quota 6000 punti in Test Match dietro a Don Bradman e Garry Sobers, i soli a arrivare a tale traguardo più velocemente.

Un’altra tradizione dell’SCG, l’ex primo ministro Bob Hawke che scola alla goccia una birra

Buon esordio sul palcoscenico internazionale per il giovane lanciatore inglese  Mason Crane. Nonostante non abbia trovato il wicket, il ventenne lanciatore ha dimostrato nervi saldi.
Coadiuvato da una disposizione tattica dei giocatori in campo che ha permesso quasi solo singoli ai battitori, Crane ha concesso 58 punti in 17 over, solo sette in più di quanti lasciati sul campo dall’altro spinner inglese, il veterano Mooen Ali.

Mason Crane in azione

Il tabellino completo su ESPN Cricket


Also published on Medium.

Commenti

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.