Australia in avanti al termine del primo giorno

share on:

Grazie all’accoppiata Rogers – Warner l’Australia è in vantaggio sull’India nel quarto test

Sydney – il quarto test della serie tra Australia e India si gioca a Sydney ed è normalmente  dedicato alla raccolta di fondi per la ricerca contro il cancro per la Fondazione McGrath. Organo fondato da Jane McGrath, moglie dell’ex-wicketkeeper della nazionale Glenn McGrath morta nel 2008 a seguito di un cancro al seno. In occasione del test il Sydney Cricket Ground si tinge del rosa colore simbolo della fondazione. Ma quest’anno ovviamente oltre a Jane McGrath si è ricordato anche Phillip Hughes, il giovane giocatore morto il 27 Novembre dell’anno scorso a seguito di un incidente avvenuto proprio su questo campo due giorni prima.

Passato il momento della memoria, le emozioni di giocatori e spettatori si sono trasformate molto velocemente dalla tristezza alla gioia per la prestazione sportiva, con l’unico momento di emozione quando Dave Warner ha raggiunto il 63 e ha baciato il terreno di gioco (nella foto Getty) in memoria del punteggio dell’amico Hughes che ha segnato 63 punti nella sua ultima partita.
I padroni di casa  sono partiti subito benissimo e hanno concluso una prima sezione di gioco impressionante con i due partenti, Chris Rogers e David Warner in gran forma che hanno collezionato 123 punti per nessuna perdita di wicket prima del pranzo.
Alla ripresa del gioco i due battori hanno proseguito la loro ottima pretazione con un 95 di Chris Rogers e un 101 di David Warner, ottenuto da sole 114 palle.
Persi i due battitori di partenza, l’Australia ha proseguito l’ottima giornata grazie al capitano Steven Smith, 82, e a Shane Watson, 61, per un totale di 348 per due soli wicket.

Gli indiani sono stati per tutto il giorno spettatori quasi passivi della partita, con percentuali al lancio non degne della loro fama. Particolarmente deludente Umesh Ydav che ha concesso 97 punti in soli 16 over

Per l’India molto lavoro da fare domani per cercare di eliminare alla svelta i più pericolosi battitori australiani e rimettere in carreggiata la partita.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.