Le regole dell’Australian Rules Football

Australian Rules Football

Le Regole

Ecco una breve guida alle regole di base del football australiano, uno strumento che può essere utile per chi volesse cominciare a seguire questo sport oppure ha appena iniziato tratta da After the Siren

-Si affrontano due squadre composte da 18 giocatori ciascuno, la partita è divisa in 4 quarti da 20 minuti, con l’intervallo lungo di 20 minuti tra il secondo e il terzo quarto, e intervalli brevi di 6 minuti tra il primo e il secondo quarto e tra il terzo e il quarto quarto. Il pallone è ovale, più allungato e più pesante di quello usato nel rugby.

-il campo è di forma ovale, molto esteso (viene giocato prevalentemente sui campi da cricket che non hanno una lunghezza standard); alle due estremità del campo si trovano 4 pali, che formano tre porte: una centrale e due laterali. Ogni pallone calciato in mezzo alla porta centrale è un goal e vale 6 punti (anche se il pallone prima di entrare in porta tocca il terreno), ogni pallone calciato in mezzo a una delle due porte laterali è un behind e vale 1 punto. Se un tiro viene deviato in una delle tre porte da una qualsiasi mano (avversaria e non) viene asssegnato un solo punto (rushed behind). Se un tiro colpisce uno dei due pali centrali, viene assegnato un punto, se invece colpisce uno dei due pali laterali, la palla viene considerata uscita dal campo.

-I giocatori possono passarsi il pallone in due modi: con un calcio (kick) o con un passaggio alla mano (handball). Un handball è il lancio del pallone, tenuto su di una mano, e colpito da sotto con l’altra chiusa a pugno. Ogni altro modo di passarsi la palla è vietato (throw), a meno che non sia fortuito o costretto dalla situazione di gioco (ad esempio nella conquista di un pallone vagante da parte di più giocatori). Non esiste fuorigioco: i passaggi possono avvenire in ogni direzione, e i giocatori possono disporsi sul campo a loro piacimento.

-Dopo ogni goal il gioco riprende dal centro del campo, dove l’umpire (cioè l’arbitro) lo fa rimbalzare sul terreno: solo 4 giocatori per squadra sono ammessi all’interno dell’area di rimbalzo al momento del lancio. Dopo ogni behind invece il gioco riprende dalla Goal Square (l’area rettangolare davanti ai pali centrali) dalla squadra che ha subito il behind.

-I giocatori possono essere placcati da sotto le spalle. E’ vietato placcarlo al di sopra delle spalle (high tackle), fargli uno sgambetto, spingerlo da dietro mentre sta saltando. Ogni infrazione viene punita con un free-kick (calcio di punizione). Se un giocatore in possesso di palla viene placcato, deve liberarsi della palla il prima possibile se ne ha l’opportunità; se non lo fa commette un infrazione (holding the ball) e viene concesso un free-kick alla squadra avversaria. Se invece non può liberarsene perchè impossibilitato fisicamente, il gioco viene fermato e si riprende con una rimessa dell’umpire.

-Se un giocatore prende al volo una palla calciata da almeno 15 metri da una qualsiasi parte del campo da un qualsiasi giocatore gli viene accordato un mark: non può essere placcato e ha diritto a un tempo minimo per decidere come giocarla.

-Se la palla viene lanciata o calciata volontariamente fuori dal terreno di gioco, viene rimessa in gioco dalla squadra avversaria, con un free-kick, se invece termina fuori a seguito di un contatto involontario, viene rimessa in gioco dall’assistente di linea degli umpires, con un lancio all’indietro.

-Se un giocatore non lascia giocare l’avversario dopo la concessione di un free-kick, o lo colpisce dopo che il gioco è stato fermato, protesta platealmente contro la decisione degli arbitri o calcia il pallone al di fuori del terreno di gioco per perdere tempo, la sua squadra viene punita, facendo battere il free-kick 50 metri più avanti; se il fallo avviene entro l’area di 50 metri dalle porte, il calcio viene battuto dalla goal square.

-Un giocatore in possesso della palla deve farla rimbalzare, o poggiarlo a terra ogni 15 metri percorsi.

-Non sono previste punizioni disciplinari immediate; non esistono ammonizioni o espulsioni, i giocatori colpevoli vengono segnalati dagli umpires alla commissione disciplinare (Tribunal). Se ritenuti colpevoli dal tribunal i giocatori sono squalificati per uno o più turni e vengono loro assegnati punti di demerito che verranno tenuti in considerazione in caso di future infrazioni.

-Il punteggio viene indicato dividendo il numero di goal e di behind da un segno di interpunzione ed indicando tra parentesi la somma dei punti alla fine. Per decidere quale squadra ha vinto, non è importante il numero di goal o di behind segnati, ma la somma totale di punti.

Esempio: Richmond 9.12 (66) def. by Western Bulldogs 12.13 (85) , si legge Richmond 9 goal 12 behind, 66 punti sconfitta dai Western Bulldogs 12 goals e 13 behind, 85 punti.

-Le partite sono dirette da tre umpires, che sorvegliano ciascuno una parte di terreno e che si scambiano regolarmente di posizione. Due assistenti di linea e due giudici di porta coadiuvano gli arbitri nello stabilire rispettivamente se il pallone è uscito dal campo e se ha varcato la linea di porta.

Il giudice di porta segnala il punteggio in modo caratteristico. Per convalidare un goal alza entrambi gli avambracci ad angolo retto rispetto al corpo, mostrando entrambi gli indici ed in seguito sventolando due bandierine (riposte nel retro dei goal posts); per convalidare un behind alza un solo avambraccio, mostrando un solo indice e sventolando una sola bandierina. Nel caso l’arbitro esegua un overrule, cambi cioè la decisione del giudice di porta, quest’ultimo segnala il cambiamento di punteggio nel modo seguente: si pone al centro della goal line, incrocia le bandierine al di sopra della testa, e subito dopo indica il nuovo punteggio in uno dei modi descritti.