Blake Enever, Carneade dei Wallabies

share on:
Wallabies Rugby team

La seconda linea Blake Enever titolare a sorpresa

Adam Coleman non recupera dall’infortunio e Cheika punta sull’esordiente dei Brumbies

Se a leggere il nome di Blake Enever vi siete domandati chi sia, non preoccupatevi, siete in buona compagnia.
La seconda linea che esordirà a Twickenham contro l’Inghilterra non è neppure titolare nel suo club di Super Rugby. Le prime scelte dei Brumbies sono infatti Sam Carter e Rory Arnold, Blake Enever parte dalla panchina a Canberra.

Una sfilza di infortuni tra le seconde linee ha fatto sì che Enever si trovi a affrontare un battesimo del fuoco secondo solo all’affrontare gli All Blacks all’Eden Park.
Fuori Adam Coleman e Lukhan Tui, con Izack Rodda rimasto a Brisbane dopo l’operazione alla spalla e il compagno di squadra Rory Arnold a Canberra dopo l’infortunio al ginocchio, Enever si è trovato così primo degli abili.

Enever fa sua una rimessa laterale contro i Kings in Super Rugby

Cheika ha da tempo escluso Kane Douglas e Sam Carter dai Wallabies e ha sorvolato sull’ipotesi fantasiosa di chiamare il veterano James Horwill, che gioca proprio in Inghilterra agli Harlequin.
L’allenatore della Nazionale non ha ripagato su Lopeti Timani, già in campo con i Wallabies in dieci occasioni, preferendogli la stazza fisica di Enever – 2 metri per 116 chili.

Wallabies
 

Anthony Watson
Jonny May
Jonathan Joseph
Owen Farrell
Elliot Daly
George Ford
Ben Youngs
Nathan Hughes
Sam Underhill
Chris Robshaw
Courtney Lawes
Joe Launchbury
Dan Cole
Dylan Hartley (c)
Mako Vunipola

 

Kurtley Beale
Reece Hodge
Tevita Kuridrani
Samu Kerevi
Marika Koroibete
Bernard Foley
Will Genia
Sean McMahon
Michael Hooper (c)
Ned Hanigan
Blake Enever
Rob Simmons
Sekope Kepu
Tatafu Polota-Nau
Scott Sio

Riserve:

Jamie George
Joe Marler
Harry Williams
Maro Itoje
Sam Simmonds
Danny Care
Henry Slade
Semesa Rokoduguni

Riserve:

Stephen Moore
Tom Robertson
Allan Alaalatoa
Matt Philip
Ben McCalman
Lopeti Timani
Joe Powell
Karmichael Hunt


Also published on Medium.

Commenti

Rispondi