Bledisloe a Twickenham? No grazie

share on:

Twickenham potrebbe ospitare la Bledisloe nel 2020

Quando l’ANZ Stadium di Sydney verrà ristrutturato per ampliarne la capienza, la tappa australiana della sfida con gli all black potrebbe giocarsi in Inghilterra

Seconda quanto riportato da diversi siti, tra i quali SuperXV, la federazione australiana starebbe pensando a trasferire la partita in Inghilterra nel 2020.

Non si tratterebbe della prima trasferta del tradizionale incontro tra le due nazioni, ma di una prima al di fuori della normale serie di partite per assegnare il titolo.

L’ARU, in difficoltà economica trarrebbe enorme vantaggio economico dalla trasferta a Twickenham, dove oltre al numeroso contingente di expat australiani e neozelandesi, una folla di appassionati britannici sarebbe disposta a vedere il match.

Se è pur vero che al giorno d’oggi il denaro muove tutto, o quasi, bisogna pur porre dei limiti, giocare a Londra, o addirittura come si ventila a Chicago, dove la Nuova Zelanda ha esaurito lo stadio, sarebbe un autogol clamoroso e costringerebbe gli appassionati in Australia e in Nuova Zelanda a una levataccia e siamo sinceri, il rugby alle 6 del mattino non è la stessa cosa.
Senza dimenticare che in Australia ci sono almeno due stadi in grado di offrire il tutto esaurito, il Suncorp di Brisbane e l’MCG di Melbourne che nel 1997 vide 90.119 spettatori allo stadio, settimo numero di spettatori di sempre per un match di rugby union, di circa 8 mila unità maggior del record di Twickenham.


Also published on Medium.

Commenti

1 Comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.