Bulls – Rebels: la cronaca

share on:

Rebels ancora sconfitti in Sud Africa

Bulls troppo forti per Rebels nonostante un buon secondo tempo dei giocatori di Wesels

Nella propria storia i Rebels non hanno mai vinto in Sud Africa, subendo con quest’ultima 13 sconfitte e pareggiando una sola occasione.

Dopo una serie di due sconfitte sconfitte i Melbourne Rebels si sono presentati al Lotus Versfeld, sull’altipiano sudafricano senza il motore della propria squadra, Will Genia, ma hanno recuperato Reece Hodge, partito dalla posizione di secondo ricevitore.

I Bulls, rinati dal ritorno in Sud Africa dopo un tour deludente, sono partiti con un solo cambio rispetto alla squadra che ha demolito gli Sharks a Durban.

La partita ha visto i padroni di casa dominare il primo tempo e gli ospiti avere il sopravvento nel secondo. Diversi infortuni e i chiari effetti del giocare in altitudine hanno però tarpato le ali alla possibile rimonta dei Rebels.

Primo tempo

Con la mischia dei Rebels sotto pressione, principalmente per via di un Sam Talaki sofferente alla spalla e impossibilitato a ingaggiare con efficacia, i Bulls hanno conquistato due falli nelle prime due mischie. Sugli sviluppi della seconda, i Bulls sono andati subito in meta al sesto con il tallonatore Adriaan Strauss, che ha concluso in meta dopo una serie di fasi da perte degli avanti nei 22 avversari.

Adriaan Strauss in azione

La reazione dei Rebels si è concretizzata con tre occasioni dalla piazzola, i primi due tentativi, di Hodge e Debreczeni, sono andati in fumo, ma l’apertura dei Rebels è riuscito a centrare i pali nel suo secondo tentativo, mettendo i Rebels sul tabellone per la prima volta al 23esimo.

Reece Hodge impreciso dalla piazzola

I Bulls si sono subito rifatti andando in meta con una combinazione di propri centri, Odendaal con un calcetto preciso ha scavalcato la difesa sugli sviluppi di una mischia e ha servito con precisione Jaco Kreel che ha portato l’ovale oltre la linea di meta.

I Bulls hanno continuato a macinare gioco e terreno, ma alcuni errori di controllo di troppo li hanno privati di ulteriori punti fino al termine della prima frazione. Dopo aver costretto i Rebels a tre falli consecutivi nei propri 5 metri i Bulls hanno colpito quando il mediano di mischia van Zyl ha trovato Divan Rossouw libero sull’ala sinistra per la terza, meritata, meta dei padroni di casa.

I Rebels sono andati al riposo sul risultato di 3-21, rimpiangendo sei punti cruciali nell’equilibrio del primo tempo della partita, andati in fumo per l’imprecisioni dei calciatori, ma consapevoli di dover fare di più di fronte a un avversario molto determinato e preciso.

Secondo Tempo

I Rebels si sono presentati più decisi nella ripresa e dopo sei minuti Michael Ruru è andato a segno ben servito da Goddard.

Michael Ruru schiaccia l’ovale in meta

Poco più tardi un calcio lungo senza troppe pretese dello stesso mediano di mischia ha quasi propiziato la seconda marcatura. Merito di Koroibete che ha messo sotto pressione i tre quarti avversari impedendo loro di liberare. Un errore di controllo di Meakes ha però vanificato l’occasione.

Koroibete ha poi salvato i Rebels della quarta meta avversaria con un placcaggio decisivo sull’estremo  Gelant pochi metri dalla linea di meta.

Warrick Gelant in azione

Con entrambe le squadre incapaci di capitalizzare, Hodge ha cercato un piazzato da oltre metà campo al 68esimo, ma seppure preciso il suo calcio non ha avuto la distanza necessaria per oltrepassare la traversa.

Quattro minuti più tardi è arrivata la quarta meta dei padroni di casa grazie al mediano di mischia di riserva Warner, veloce a battere una punizione cogliendo la difesa dei Rebels scoperta.

A tempo scaduto #20 lanciato in meta non è riuscito a resistere alla carica di Warner a cinque metri dalla linea di meta dei Bulls, per quella che sarebbe stata la meta che avrebbe tolto il punto bonus ai padroni di casa.

Il Tabellino

Bulls 28 (21):
Mete: Strauss, Kriel, Rossouw, Warner
Trasf.: Pollard 4/4
Piazz.:

Rebels 10 (3):
Meta: Ruru
Trasf.: Debreczeni 1/1
Piazz.: Hodge 0/2, Debreczeni 1/2


Also published on Medium.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.