Canberra e Penrith la sfida spettacolo

share on:
nrl raiders austin e hodgson

I tifosi si aspettano una gran partita a Canberra  tra Raiders e Panthers

Se Cowboys e Broncos godono di una recente rivalità nei piani alti della classifica di NRL, Raiders e Panthers possono essere i loro eredi. Le due squadre giocano un rugby tutto votato all’attacco e sono forse le migliori da vedersi in campo.

I Raiders sono arrivati a questa partita un po’ a sorpresa, la sconfitta casalinga contro gli Sharks ha infatti stupito molti, dato il momento di forma delle due squadre, al contrario le Panthers sono su di giri dopo essersi sbarazzati facilmente dei Bulldogs.

Se è difficile pronosticare un vincente per la sfida di stasera, è enormemente più facile prevedere che la partita sarà caratterizzata dallo stile di gioco tutto volto all’attacco.
Penrith ha vinto le ultime sei partite di fila, mentre Canberra, prima della citata sconfitta contro Cronulla aveva inanellato una striscia vincente di ben dieci incontri.

Che il gioco d’attacco sia la prerogativa principale delle due squadre lo dicono le statistiche: i Raiders hanno il miglior record d’attacco del campionato, i loro 688 punti durante la stagione regolare rappresentano il miglior risultato dal 2005, quando le Parramatta Eels ne segnarono ben 704.
Le Panthers a loro volta godono di una media di 33 punti a partita nelle ultime sei settimane, e la prova dilagante contro i Bulldogs della scorsa settimana è un chiaro esempio del loro stile di gioco espansivo e divertente. Aspettarsi un incontro ad alto punteggio è il minimo.

Il recupero dagli infortuni di Blake Austin e Josh Hodgson ha fatto tirare un sospiro di sollievo a Ricky Stuart e a tutti i tifosi della green machine e del bel gioco. Senza di loro il compito essere potuto essere troppo arduo per i Raiders.

Commenti

1 Comment

Rispondi