Come cuocere i fagioli secchi, ovvero il licenziamento di Larkham

share on:
Stephen Larkham

I Wallabies licenziano Stephen Larkham

A soli otto mesi dalla Coppa del Mondo l’Australia si trova senza un allenatore dei tre quarti

La decisione di Rugby Australia lascia basiti, Michael Cheika rimane al suo posto, anche se con il “tutore” Johnson al suo fianco, e a pagare per la disastrosa stagione 2018 è Bernie, allenatore dell’attacco e sopraffino interprete del ruolo di apertura.

Rugby Australia non ha annunciato chi sarà il sostituito di Larkham, le voci più insistenti danno Daryl Gibson tra i papabili, ma pare i Waratahs non si vogliano privare del proprio allenatore.

Lascia ancor più basiti il fatto che la federazione abbia deciso di tenere Larkham a ruolo paga e abbia affidato lui il ruolo di allenatore del programma per i giovani talenti. A testimonianza che la federazione non ha per nulla le idee chiare.

L’attacco dell’Australia sotto Larkham non si è certo ricoperto di gloria, ma l’emergere di voci di divergenze tra l’allenatore dei tre quarti e il capo allenatore getta ombre su chi sia il vero colpevole di queste prestazioni sottotono.

Augurandoci che i risultati arrivino comunque ai mondiali, non possiamo che sperare in un miracolo come nell’edizione 2015.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.