Cosa ci rimane della Grand Final AFL

share on:

Dopo 7 giorni andiamo a vedere cosa ci rimane di questa Grand Final.

Quella della settimana scorsa è stata una delle Grand Final con il più grosso impatto mediatico degli ultimi anni, perchè a trovarsi di fronte erano due squadre a digiuno da più di 20 anni, per la precisione Adelaide non vinceva da 19 anni, mentre Richmond da 37 anni. Un’eternità per entrambe.

La sfida ha visto di fronte lo stato della Victoria contro lo stato del South Australia, due stati che vivono per questo sport. In South Australia oltretutto è seguitissimo il loro campionato locale tanto che sono andati vicinissimi al pienone per la Grand Final SANFL.

Di questa Grand Final rimarranno l’aspettative di una partita combattuta, con Adelaide candidata alla vittoria. Alla fine della fiera, invece, è passata alla storia l’incredibile prestazione di Richmond che ha dominato in lungo ed in largo la partita col rammarico dei tifosi neutrali che si aspettavano una partita combattuta fino alla fine.

Di questa Grand Final ci rimarrà l’incredibile fallimento del duo Betts-Walker, i due giocatori più attesi hanno fallito clamorosamente l’appuntamento, facendo di nuovo discutere sul loro vero valore nelle partite che contano.

Di questa Grand Final ci rimarrà Dustin Martin, eroico, autore di una stagione clamorosa condita da Brownlow Medal e Norm Smith Medal, primo nella storia dell’AFL.

Di questa Grand Final ci rimarrà il killer istinct del giovanissimo Jack Graham, 19 anni, autore di 3 goal nel momento chiave della partita.

Di questa Grand Final ci rimarrà il concerto dei Killers una delle migliori perfomance degli ultimi anni, oltre alla comparsa sul palco di Jack Riewoldt durante la canzone Mr Brightside.

Di questa Grand Final ci rimarrà la delusione di dover aspettare 5-6 mesi per rivedere in campo i nostri beniamini, un’eternità.

Commenti

Rispondi