Cricket: verso il quarto test match

share on:

L’Australia punta alla terza vittoria

In vista dell’ultima sfida contro l’India, a risultato acquisto, il lanciatore veloce Josh Hazlewood rivela i piani per contenere il pericolo numero uno degli ospiti, Virat Kohli, neocapitano dopo il ritiro di M.S. Dohni.
Il numero 4 indiano è l’unico battitore che è stato in grado di impensierire seriamente l’attacco australiano, grazie a 3 century all’attivo, e una media di 83 punti, e per contenerlo gli australiani cercheranno di tenerlo fuori dal gioco il più a lungo possibile, non dandogli la possibilità di andare a punti.

Passi la voglia di vincere, ma quanto annunciato dalla nazionale è decisamente poco edificante e, seppure il pubblico australiano voglia vedere la propria squadra vincere, privare gli spettatori della possibilità di vedere all’opera un ottimo battitore, è una scelta che non può che dispiacere agli appassionati.

Secondo Hazlewood la tecnica da impiegare per batterlo è quella di “annoiarlo”, di tenerlo cioè in campo il più a lungo possibile, ma senza permettergli di segnare punti: “proveremo a tirare fuori qualche cosa per Virat, e penso alla fine saremo noiosi, per quanto possa risultare poco gradito. Proveremo ad annoiarlo, a tenerlo in battuta, senza farlo correre e montando la pressione fino a che non sbaglierà”. Similmente a quanto fatto con Pietersen durante le ultime ashes, l’Austrlia vorrà far leva sull’ego di Kohli.

“Penso di sì,” ha affermato Hazlewood. “Gli piace segnare molti punti e battere fluidamente. Se riusciremo a ingabbiarlo per lunghi tratti, allora speriamo perda la pazienza e sbagli.”

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.