David Pocock: l’addio del campione anomalo

share on:

David Pocock ha annunciato il ritiro dal rugby giocato

Uno dei migliori giocatori di sempre lascia il rugby dopo 11 anni ad altissimo livello

A 32 anni David Pocock dice addio. Dopo una carriera segnata da tre coppe del mondo, da troppi infortuni – due ricostruzioni dei legamenti del ginocchio – e dal una personalità che trascende il mondo ovale.

Le interviste di molti giocatori sono spesso un rigurgitare di concetti triti e ritriti, di cliché ovali e di banalità, non quelle che vedevano David Pocock davanti ai microfoni.

Cresciuto in Zimbabwe e costretto a emigrare in Australia a quattordici anni per la situazione socio-politica del paese africano, Pocock è maturato in maniera diversa rispetto a giovani cresciuti solo a meet pie e palle ovali.

Pocock ha maturato un senso civico invidiabile e ha messo la difesa dei diritti umani e dell’ambiente al centro della propria vita, lasciando che la sua stellare carriera sul campo ne fosse un corollario, non  viceversa.

David Pocock agli esordi con i Western Force

Durante le pause forzate dovute agli infortuni, la micidiale terza linea si è dedicato agli studi e alla sua casa a sviluppo sostenibile.

Assieme alla moglie Emma, David ha coltivato il proprio orto nel giardino di casa e cresciuto polli e galline, una mini riproduzione della fattoria di famiglia abbandonata in Zimbabwe.

David Pocock with chicken.jpg
Foto di Emma Pocock , CC BY-SA 4.0, Link

Pocock è spesso uscito dal coro per esprimere la propria voce, facendo spesso da contraltare a un altro wallabies prono alle esternazioni: Israel Folau.

I due wallabies hanno spesso espresso concetti diametralmente opposti, soprattutto in relazione all’omosessualità.

L’addio ai wallabies e all’Australia era avvenuto dopo la bruciante sconfitta contro l’Inghilterra ai mondiali 2019. Rimasto in Giappone per giocare con i Panasonic Wild Knights Pocock avrebbe dovuto giocare ancora due stagioni in Top League, ma la sospensione della stagione 2019/’20 per via del Coronavirus gli ha dato modo di riflettere sul proprio futuro e da lì è maturata la decisione dell’addio definitivo.

Speriamo di incontrare ancora un giocatore come David Pocock, non solo per la mostruosa capacità dimostrata in campo, ma soprattutto perché di uomini come lui ce n’è sempre bisogno.

David Pocock lascia per l’ultima volta il campo con la maglia dei Wallabies

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.