Il fallimento del progetto Ablett

share on:
AblettJune16Article

Al capolinea uno dei progetti più fallimentari nella storia AFL.

Gold Coast Suns – Carlton, una delle partite più interessanti dell’ultimo turno del Round 13. In molti si chiederanno il motivo visto che parliamo di due squadre che difficilmente entreranno nelle top 8.

In campo sono scese due squadre in pieno re-building, ovvero ricostruzione, però due re-building molto diversi.

Carlton ha iniziato dall’anno scorso con l’arrivo di Brandon Bolton a ricostruire sulle macerie della gestione Malthouse, in questi due anni Bolton ha costruito un sistema di gioco valido e soprattutto ha passato ai raggi x tutti i giocatori a disposizione valutando chi può e chi no far parte del progetto.

Gold Coast invece ha iniziato a smantellare da quest’ultima off-season, uno smantellamento alquanto strano perchè sono andati via due giovani di belle speranze come O’Meara e Prestia, ovvero un 1994 ed 1992, solitamente si punta su questi giocatori per ricostruire.

Il dubbio più grande rimane attorno a Gary Ablett, la stella della squadra ha già dimostrato negli ultimi tempi di non voler rimanere nel Queensland e che vorrebbe ritornare a Geelong, il problema e che Gold Coast sta cercando in tutti i modi di tenerlo, ma Ablett è stato veramente importante in questi Gold Coast?

Torniamo indietro nel 2011, nel Queensland parte l’Ablett-mania grazie ai Suns che riescono a portare a casa quello che era il giocatore più forte dell’intera Lega. Acquisto record con il giocatore che guadagna più di 1mln di dollari australiani e soprattutto con attorno tante promesse ed illusioni di grandi stagioni.

Quindi parte il “progetto Ablett” una stella (o meglio la stella assoluta) per rendere una franchigia appena nata competitiva e soprattutto appetibile a livello di sponsor e merchandising, perchè in quel anno Ablett è l’equivalente di un Messi a livello d’immagine e popolarità nella Lega.

Da quel giorno sono passati ben 6 anni ed i Suns hanno fallito tutti gli obiettivi che si erano prefissati dall’arrivo di Ablett, non riuscendo mai ad entrare nella post-season ed andandoci vicino solo nel 2014 fallendo per via dell’infortunio di Ablett che compromise irreparabilmente la stagione.

Tralasciando quei 4 mesi del 2014 che avevano fatto sognare i tifosi dei Suns, il resto è stato un autentico flop con Ablett che a più riprese ha predicato nel più totale deserto per via di compagni di squadra non all’altezza, rendendo l’ex Geelong un accumulatore di statistiche fine a se stesso, per non parlare della sfilza di infortuni che l’ha colpito dal 2014 ad oggi, rendendolo indisponibile per troppe partite.

In questa off-season i Suns dovranno decidere se cambiare le carte in tavola o continuare a puntare a costruire attorno alla propria stella, anche se questa stella occupa una grande fetta del salary cup.

Il progetto Ablett, a 6 anni dal suo inizio, si può considerare a tutti gli effetti un fallimento su tutta la linea, forse sarebbe ora che in casa Suns si cambi direzione.

Commenti

Rispondi