Gli Springbok rimangono a sud

share on:

La ventilata defezione degli Springbok verso l’emisfero nord non avverrà

La SANZAAR, l’organo formato dalle federazioni di Sud Africa, Australia, Nuova Zelanda e Argentina ha confermato che il Rugby Championship si continuerà a giocare per i prossimi dieci anni.

L’annuncio mette fine alle speculazioni su un abbandono del Sud Africa ai tornei dell’emisfero sud per migrare al nord e possibilmente giocare in un Sei Nazioni allargato o senza gli Azzurri.

La certezza di avere gli Springbok per i prossimi dieci anni, da solidità a un torneo che, dopo i cambiamenti forzati dell’edizione 2020 sembrava spacciato.
Si aprono inoltre scenari su un possibile allargamento al pacifico e forse al Giappone.

Il primo cambiamento arriverà già l’anno prossimo, quando il torneo cambierà formato, invece di giocare andata e ritorno in casa e in trasferta, le nazionali faranno un “mini-tour” giocando due partite in in trasferta contro la stessa squadra, che poi ospiteranno l’anno dopo in casa propria.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.