I Waratahs superano di misura i Rebels

share on:
Adam Ashley-Cooper via ABC News

Nel derby australiano i Waratahs resistono alla rimonta ospite

Due mete iniziali di Hooper e Ashley-Cooper aprono la strada ai Waratahs, ma le rimonta dei Rebels mette paura ai campioni in carica

Le due squadre erano reduci da due vittorie esterne molto importanti, i campioni in carica Waratahs erano andati a dettar legge in casa dei, fino ad allora, imbattuti Hurricanes, mentre i Rebels si erano imposti a Canberra contro i Brumbies.

Giocatesi in condizioni pessime per via delle piogge torrenziali cadute su tutto il New South Wales negli ultimi giorni, l’incontro dell’ANZAC Day tra Waratahs e Rebels non ha tradito le aspettative, con entrambe le squadre che si sono date battaglia fino all’ultimo.

Primo tempo

I Waratahs sono partiti decisamente meglio e già al nono minuto di gioco il capitano Michael Hooper ha oltrepassato la linea di meta ospite per la prima segnatura dell’incontro a seguito di un trenino dopo una rimessa laterale.

View image | gettyimages.com | I Waratahs festeggiano la meta di Michael Hooper

Alla meta di Hooper ha fatto eco il compagno di squadra Adam Ashley Cooper dieci minuti più tardi, lanciato  dal proprio capitano che ha trovato un buco al centro della difesa dei Rebels.

View image | gettyimages.com | Adam Ashley-Cooper in meta

Al ventiseiesimo la partita dei Rebels avrebbe potuto prendere un piega molto peggiore, prima il loro calciatore designato Mike Harris è uscito dal campo e poi Rohan Hoffman ha perso la pazienza e ha punito al settima infrazione degli ospiti mostrando il cartellino a Sefa Naivalu, colpevole di aver giocato l’ovale di mano in una mischia aperta.

I Rebels hanno però mantenuto la calma e sono riusciti a passare indenni il periodo di inferiorità numerica e hanno segnato i loro primi tre punti al termine della prima frazione di gioco con un calcio da lunga gittata di Jack Debreczeni.

Secondo tempo

La promettente apertura dei Rebels si è ripetuta altre due volte nella ripresa, accorciando il risultato a 13 – 9.

I Waratahs dopo metà del secondo tempo passato a subire sono riusciti ad andare nuovamente in meta con l’ala Rob Horne, servito da passaggi lunghi di Foley e Beale e capace di trovare lo spazio giusto nell’angolino.

View image | gettyimages.com | Jack Debreczeni al calcio

Dieci minuti più tardi, Debreczeni, ancora protagonista per i Rebels, ha lanciato Mitch Inman al centro e quest’ultimo dopo aver messo il panico nella difesa celeste ha passato a Bryce Hegarty, sostituto di Mike Harris, che ha segnato l’unica meta ospite. Debreczeni ha trasformato da posizione difficile, ma i Waratahs sono riusciti a resistere per tutti i minuti finali.
La partita si è chiusa con una serie di dieci fasi infruttuose per i Rebels a ridosso della linea di meta avversaria, bravi i Tahs a non perdere la pazienza e a non commettere un fallo che avrebbe dato agli ospiti la possibilità di vincere la partita.

Il tabellino

Waratahs 18 (13):

Mete: Hooper 9′, Ashley-Cooper 19′, Horne 59′
Trasf.: Foley 0/3
Piazz.: Foley 1/2

Rebels 16 (3):
Meta: Hegarty 73′
Trasf.: Debreczeni 1/1
Piazz.: Debreczeni 3/3

Cartellini:
Giallo: Naivalu 26′-36′

 

 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.