Il punto dopo la 6a di NRL

share on:

Il sesto turno di NRL ha sorriso alle squadre al di fuori del New South Wales

Tutte sconfitte le squadre della roccaforte della NRL impegnate in incontri con team non dello stato. Brisbane batte Sydney e rimane solitaria in testa alla classifica

Vincono e convincono Brisbane, Melbourne e North Queenlsand. Soprattutto la prova dei Cowboys nel posticipo contro i campioni in carica di South ha impressionato.

Brisbane Broncos – Sydney Roosters 22 – 18

In un finale mozzafiato al Golden Point i Broncos passano dalla paura per la sconfitta di misura alla gioia della vittoria. Nel tempo supplementare, dopo che le squadre avevano terminato gli ottanta minuti di gioco regolamentari a pari punti, i Roosters hanno avuto la prima possibilità di segnare il punto della vittoria, ma il tentativo di drop di Pearce è stato quanto goffo tanto infruttuoso. Invece di avanzare per cercare a loro volta il drop, i Broncos si sono lanciati all’attacco con veemenza e Hunt ha segnato la meta della vittoria sotto i pali dopo aver percorso quasi tutto il campo.
La vittoria vale il primato solitario in classifica per i puledri.

Gli Highlights della partita:

Cronulla Sharks – Newcastle Knights 22 – 6

Seconda sconfitta consecutiva per Newcastle, che dopo aver perso l’imbattibilità contro St. George Illawara si arrendono anche a Cronulla con una prova lacustre che non li ha mai visti in partita.
Gli Sharks al contrario festeggiano la seconda vittoria consecutiva e respirano un po’, dopo le innumerevoli polemiche li hanno accompagnati negli ultimi tempi.

Parramatta Eels – Gold Coast Titans 16 – 38

I Titans hanno passeggiato sulle Eels nel secondo tempo, ribaltando il parziale di 16 – 12 per Parra e segnando 26 punti.
Prova maiuscola per James Roberts per i Titans, il centro dei Titans ha segnato tre mete personali e fatto segnare un’altra con un assist, il tutto coronato da 15 placcaggi riusciti su altrettanti tentativi.

View image | gettyimages.com | James Roberts

New Zealand Warriors – Wests Tigers 32 – 22

I Warriors hanno festeggiato con stile la duecentesima presenza di Manu Vatuvei,  e la stessa ala neozelandese si è regalata due mete per celebrare nel migliore dei modi il traguardo raggiunto.
Le Tigers hanno dato battaglia, ma contro i determinati Warriors non hanno avuto serie chance di vittoria.

Penrith Panthers – Manly Sea Eagles 22- 12

Continua l’inizio stagione da incubo delle Sea Eagles, che hanno ceduto nel secondo tempo un vantaggio iniziale di due punti e hanno segnato così la propria quinta sconfitta in campionato.
Le Panthers devono ringraziare la buon forma di Josh Mansour, autore di una doppieta. L’ala ha permesso loro di partire in discesa andando in meta dopo soli 3 minuti di gioco alla seconda azione della partita.

Canberra Raiders – Melbourne Storm 10 – 14

Melbourne si è imposta in rimonta chiudendo ogni spazio a Canberra nella ripresa [continua a leggere…].

St George-Illawarra Dragons – Canterbury Bulldogs 31 – 6

I Bulldgos hanno pagato duramente le assenze e St. George Illawara ha potuto segnare la propria quarta vittoria consecutiva.
In campo si sono visti solo i Dragons, che hanno tenuto a zero i Bulldogs nel primo tempo e, fatta salva una meta concessa al 48′, hanno continuato a dominare nella ripresa.

South Sydney Rabbitohs – Norht Queensland Cowboys 12 – 30

Johnathan Thurston ha vinto a mani basse il duello a distanza con Greg Inglis, una prova spettacolare del giocatore di North ha permesso ai Cowboys di imporsi d’autorità contro i campioni in carica, tenuti al palo dal 21′ del primo tempo fino al termine della gara.
I Cowboys per buona misura possono anche recriminare su un paio di decisioni dell’arbitro addetto alla moviola che hanno negato loro due mete apparse, dal vivo, regolari.

View image | gettyimages.com | Antonio Winterstein in meta per i Cowboys

La Classifica:

NRL
classifica tratta da Fox Sport

 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.