Indegni i fischi a Steve Smith

share on:

“That’s not cricket!”

Indecente il comportamento di parte del pubblico inglese nei confronti di Steve Smith

Siamo stati spesso critici nei confronti di Steve Smith dopo il nefasto episodio in Sud Africa, ma non si possono tollerare i fischi a un giocatore che rientra in campo dopo essere stato colpito al collo da un lancio.

Tale comportamento è inaccettabile e il fatto che sia avvenuto nel tempio del cricket, il Lord’s di Londra, lo rende ancor più deprecabile.

Smith è stato fischiato in ben tre occasioni, quando è uscito dal campo infortunato, quando è rientrato per concludere il proprio innings e quando è uscito dopo l’eliminazione. Se è pur vero che la maggior parte degli spettatori gli ha dedicato una standing ovation, i fischi sono una macchia per gli sportivi inglesi.

Smith lascia il campo a conclusione del proprio innings

Smith è stato colpito al collo da un lancio di Jofra Archer quando si trovava a quota 80 punti. Si è accasciato a terra e il gioco si è fermato a lungo per permettere ai medici di stabilirne le condizioni.

I soccorsi a Smith

Dopo una lung pausa, l’ex capitano dei Baggy Greens è rientrato in campo per concludere il proprio innings a un soffio da un’altra centuria, a quota 92.

Sul campo Smith ha ancora una volta dimostrato di valere il suo peso in oro, è stato lui a guidare l’Australia al totale di 250, a soli 8 punti dall’Inghilterra nel primo innings.

Ancora una volta i partenti Warner e Bancroft hanno deluso le aspettative, segnando rispettivamente 3  e 13 punti. Il numero 3 Khawaja ha fatto un po’ meglio raggiungendo quota 36, ma senza il bottino di Smith, il risultato dell’Australia sarebbe stato disastroso.

L’Inghilterra ha iniziato il proprio secondo innings in maniera terribile, perdendo al quinto over il partente Roy per 2 e il proprio capitano Root per una paperissima. Cummins il lanciatore australiano a poter vantare tale bottino.

L’Australia festeggia l’eliminazione di Joe Root

L’ultimo giorno di gioco vedrà oggi l’Inghilterra riprendere a battere a quota 96. Un parziale che lascia poche speranze di vittoria ai padroni di casa.

Molto probabilmente Root chiederà ai suoi di rischiare il tutto per tutto per più punti possibili nella prima sessione per poi mandare l’Australia in battuta e cercare la vittoria con un’attacco molto aggressivo.

All’Australia basterà mantenere la calma per portare a casa la partita.

Il tabellino completo su ESPNCricket

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.