India ingorda, rischio pareggio?

share on:

Prosegue il momento positivo dell’India all’MCG

Gli ospiti accumulano punti su punti ma la loro dichiarazione arriva tardi

Basteranno tre giorni per finire questo test match? Questa è la domanda che deve risuonare nella testa dei giocatori indiani dopo il secondo giorno del terzo test match.

Il wicket dell’MCG è più piatto della pista d’atterraggio di Tullamarine e non sembra dare segni di cedimento, l’India ha dichiarato concluso il proprio innings a quota 443 dopo aver perso 7 wicket, lasciando 6 over di battuta all’Australia.

Se il wicket non peggiorerà drasticamente, sembra difficile l’India riesca nell’impresa di conquistare 20 wicket nei tre giorni rimanenti e la serie andrebbe così alla bella di Sydney sull’1-1.

I lanciatori australiani hanno provato di tutto oggi per schiodare dal crease Kholi e Pujara, che hanno resistito senza problemi fino alla pausa pranzo frustrandone gli sforzi.

Il cuoco dell’MCG è riuscito dove non sono riusciti i lanciatori e dopo pranzo i due battitori sono usciti nello spazio di tre over, prima capitan Kholi per 82 poi l’ottimo Pujara per 106.

Una serie di errori da parte dei ricevitori ha dato linfa vitale all’India, soprattutto a Sharma, che ha rischiato l’eliminazione a quota 15 per poi arrivare fino a 63 al momento della dichiarazione del proprio capitano.

Finch e Harris, i partenti australiani hanno resistito senza sudare troppo ai tentativi di Bumrah e Sharma e hanno messo a segno 8 punti.


Also published on Medium.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.