L’Australia a un passo dalla sconfitta nel terzo test

share on:
Cricket Edgbaston Australia Inghilterra

Su un wicket che favorisce i lanciatori, l’Australia prima spera poi crolla

I lanciatori australiani hanno ben figurato nella prima sessione di gioco, ma i battitori hanno deluso ancora

Australia 136 & 168/7 (55.0 ov)
Inghilterra 281

Mitchell Johnoson al 300mo wicket in carriera e Nathan Lyon con 3 wicket per 3 punti concessi hanno momentaneamente guidato la carica australiana, ma Moeen Ali e Stuart Broad hanno saputo, dopo pranzo, difendere il wicket con tenacia per allungare il vantaggio inglese a 145 punti.

Mitchell Johnoson festeggio il proprio 300mo test wicket

Ancora una volta hanno lasciato a desiderare i battitori australiani, con la sola eccezione di David Warner – 77.
Chris Rogers è stato il primo dei sette wicket caduti nel secondo inning dell’Australia, interrompendo così una striscia di risultati sopra il 50 invidiabile. Quattro wicket sono stati persi per totali risibili: Steven Smith 8, MIchael Clarke 3, Adam Voges 0 (papera dorata), Mitchell Marsh 6. Tutti a opera di Steven Finn

Steven Finn letale per l’Australia chiede invano il wicket di Nevill

Quando sembrava che la terza partita delle Ashes si concludesse addirittura con un inning di vantaggio, l’ultimo arrivato Peter Nevill ha messo su una difesa decente e, al termine della giornata di gioco, è ancora al crease con 37 punti all’attivo.

L’Australia riprenderà il gioco con 23 punti di vantaggio e 3 wicket ancora in mano, l’impresa sembra praticamente impossibile e, a meno di colpi di scena le squadre andranno a Nottingham con l’Inghilterra sul 2-1 in grado di chiudere la serie con una test d’anticipo.

Commenti

Rispondi