Lions corsari, i Reds non sanno più vincere

share on:

C’era grande attesa a Brisbane per il ritorno in campo di Quade Cooper dopo l’infortunio alla clavicola subito alla fine di gennaio; se si aggiunge che oltre a lui tornavano a disposizione altri big come Samu Kerevi, James O’Connor, Greg Holmes, Ben Daley e Lachie Turner, i Reds dovevano essere considerati i favoriti nel match che li vedeva opposti ai sudafricani dei Lions.

I Reds partono bene portandosi in vantaggio con un piazzato di Quade Cooper all’11esimo; i Lions però non rimangono a guardare e dopo aver messo insieme una bella azione multifase il giovane centro Vorster schiaccia in meta in bandierina, Jantjes non trasforma e i sudafricani si portano in vantaggio 3 – 5.

Anche a causa dei tanti ritorni in campo dopo vari periodi di stop per infortunio i trequarti dei Reds sembrano mancare di coesione e non riescono a produrre azioni pericolose; al 32esimo Cooper ha l’occasione di riportare in vantaggio i suoi ma non riesce ad infilare tra i pali il piazzato del sorpasso. Jantjes invece ha una mira migliore e allo scadere del primo tempo porta i suoi sul 3 – 8.

Il secondo tempo è più vivace e già al 48esimo i Lions trovano un’altra marcatura: i Reds pasticciano una propria rimessa laterale a 10 metri dalla propria linea di meta, la palla viene recuperata da Whiteley, la passa al suo compagno di reparto Tecklenburg che schiaccia in meta, Jantjes trasfroma e il punteggio si sposta sul 3 – 15.

A questo punto però i Reds mostrano un po’ di carattere e al 53esimo distruggono la mischia avversaria, l’arbitro non può fare altro che andare in mezzo ai pali per assegnare la meta tecnica ai padroni di casa, Cooper trasforma agevolmente e il match è riaperto, 10 – 15.

La linea dei trequarti Reds si risveglia, Quade Cooper la orchestra come solo lui sa fare e ad 11 minuti dalla fine il potente centro Kerevi sfonda la linea difensiva dei Lions schiacciando in meta; il piede di Cooper non tradisce e i Reds si portano miracolosamente in vantaggio 17 – 15.

Solamente 3 minuti dopo però i Lions riescono a guadagnarsi un calcio di punizione proprio in mezzo ai pali che Jantjes non può fallire, riportando i suoi in vantaggio 17 – 18.

La squadra di casa torna disperatamente in attacco e all’ultimo minuto la rimessa laterale nei 22 metri avversari sembra una buonissima piattaforma per guadagnarsi il calcio di punizione della vittoria; dopo svariate fasi la palla arriva a Cooper che prova a sparare in mezzo ai pali il drop del sorpasso ma la difesa Lions è vigile e attenta e stoppa la palla calciata da Quade.

Ancora una volta niente da fare per i Reds che nonostante i tanti ritorni importanti non riescono a battere i Lions autori di una prova cinica e quadrata.

La squadra di Brisbane invece subisce la 4a sconfitta consecutiva e il futuro dell’allenatore Richard Graham è sicuramente incerto; la trasferta in casa dei Rebels della prossima settimana dovrà sicuramente essere affrontata con un piglio diverso in modo da far tornare alla vittoria dei deludenti Reds.

TABELLINO

Reds:

Mete:Kerevi, Tecnica

Trasformazioni: Cooper (2/2)

Punizioni: Cooper (1/2)

Lions:

Mete: Vorster, Tecklenburg

Trasformazioni: Jantjes (1/2)

Punizioni: Jantjes (2/2)

 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.