Melbourne Rebels – Highlanders: la cronaca

share on:
Rugby Union Rebels Highlanders mischia

In una partita che non passerà certo agli annali del rugby, gli Highlanders sconfiggono i Rebels per 27-3

 

La Cronaca:

Il primo tempo:

La pioggia iniziale avrà sicuramente fatto cambiare qualche piano alle 2 squadre, sta di fatto che gli Highlanders mettono subito pressione e al quarto minuto hanno una importante occasione con una rimessa laterale a 5 metri dalla linea di meta avversaria. L’ottima difesa dei Rebels impedisce al pack degli ospiti di marcare in bandierina e, dopo una mischia ordinata, Debreczeni allenta la pressione grazie ad un calcio di punizione guadagnato dalla prima linea di casa.

Il terreno di gioco ha avuto bisogno di molte attenzioni da parte dello staff

La difesa si dimostra la migliore amica dei Rebels in questo inizio di gara e solo grazie ad essa non subisce punti nel primo quarto di partita. I Rebels hanno pure la possibilità di passare in vantaggio, ma il calcio di Debreczeni finisce a lato al 15esimo.

Al 21esimo sono finalmente gli ospiti a passare in vantaggio grazie al piede precisissimo di Sopoaga che realizza un calcio di punizione da distanza siderale, 3-0.

Neanche il tempo di respirare e gli Highlanders vanno in meta: dal calcio di rinvio gli ospiti riconquistano il possesso e con un box kick perfetto di Aaron Smith mettono grande pressione all’estremo Placid. La presa al volo non è delle migliori e Rob Thompson si invola in meta. Sopoaga trasforma e il risultato si aggiorna sullo 0-10 al 23esimo.

Al 31esimo il possesso degli Highlanders continua a dare i frutti sperati e dopo una azione a più fasi Sopoaga converte ancora al piede una punizione conquistata dagli avanti neozelandesi: 0-13.

La reazione Rebels è timida ma porta quasi alla marcatura di una bella meta. Shipperley si invola sull’out di destra, passa la palla a Placid che sembra essere in meta, ma il placcaggio disperato di Osborne salva gli Highlanders in extremis.

Dopo un’altra bella occasione per gli ospiti, il primo tempo si conclude così sul 13-0 per gli Highlanders, frutto di un dominio territoriale pressoché assoluto. Per i Rebels, appaiono chiare le difficoltà offensive mentre è la difesa a dare a coach McGahan le maggiori soddisfazioni.

La tattica del calcio a campanile non ha funzionato

Il secondo tempo:

Il secondo tempo tempo inizia bene per i Rebels: il primo piccolo possesso territoriale da i suoi frutti e al 46esimo Debreczeni accorcia e porta lo score sul  3-13 grazie ad un preciso calcio piazzato.

I 3 punti dei Rebels sono un fuoco di paglia e il secondo errore del triangolo allargato della formazione di casa regala la meta al debuttante Jack Wilson. Sopoaga è come sempre preciso dalla piazzola e il risultato è 3-20 al 56esimo.

 

 

Jack Wilson esordio con meta

I padroni di casa reagiscono d’orgoglio e subito dopo aver subito meta si riportano nella metà campo offensiva provando di tutto pur di marcare la meta. È proprio in questo momento di massima pressione Rebels che tutti i limiti offensivi della squadra di Melbourne vengono messi a nudo, quando un passaggio di Debreczeni viene facilmente intercettato da Osborne che si invola in bandierina dopo 60 metri di corsa. Sopoaga si conferma un cecchino e trasforma dall’angolo il calcio del 3-27 al 65esimo.

La partita si trascina inesorabilmente fino all’80esimo minuto con le 2 squadre che hanno oramai poco da offrire e l’arbitro Lees fischia così la fine della partita.

Tony McGahan deluso a fine gara

 

La partita non ha decisamente soddisfatto le attese e i Rebels escono con le ossa rotte dallo scontro con gli Highlanders. Evidenti sono state le difficoltà offensive, tantissimi gli errori commessi. Coach Tony McGahan può solo essere parzialmente soddisfatto grazie alla bella difesa di insieme della squadra, che ha lasciato pochi varchi alle frecce avversarie.

Gli ospiti invece hanno ottenuto il massimo con il minimo sforzo. Sono 3 infatti le mete segnate che valgono il punto di bonus per la squadra di Dunedin, sicuramente un buon epilogo alla trasferta in terra australiana.

Man of The match Australia Sport: Lima Sopoaga

Il Tabellino

Rebels 3 (0):
Piazz.: Debreczeni 1/2
Highlanders 27 (13):
Mete: Thompson 22′, Wilson, 55′, Osborne 65′
Trasf.: Sopoaga 3/3
Piazz.: Sopoaga 2/2

 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.