Nick Kyrgios ancora nei guiai

share on:

Nick Kyrgios, l’enfant terrible del tennis australiano alla terza violazione in una settimana

Dopo aver tirato una palla contro il tetto e ingiuriato, ora Nick Kyrgios ha quasi colpito un giudice di linea con una pallina a Shanghai

L’ultimo episodio è avvenuto durante la partita del secondo turno del torneo master della città cinese, persa da Nick Kyrgios 1-6, 6-4, 6-4 contro il giapponese Kei Nishikori.
Dopo essere stato richiamato dal giudice di sedia per il colpo tirato in direzione del giudice di linea, Kyrgios ha prima protestato indicando che la pallina è passata soltanto vicino al giudice e ha poi liquidato il richiamo definendolo “crap” (spazztura).

Nick Kyrgios litiga con l’arbitro durante il torneo di Shanghai

Che il ragazzo abbia talento, non ci sono dubbi, ma che rischi di sprecarlo in maniera clamorosa per via delle sue intemperanze, sembra altrettanto palese.
Per la tristemente famosa frase rivolta a Stan Wawrinka il 12 Agosto, a Nick Kyrgios è stata data una pena con la condizionale di quattro settimane.

La squalifica entrerà in vigore se il giocatore accumulerà multe per un totale di 5.000 dollari prima del 24 Febbraio prossimo, con le tre infrazioni commesse in questa settimana, il limite si sta avvicinando molto rapidamente.

Purtroppo la situazione del tennis australiano con Nick Kyrgios da una parte, Bernard Tomic dall’altra, pochi talenti in crescita e Lleyton Hewitt prossimo al ritiro dopo gli Australian Open 2016, non è delle migliori e la dirigenza deve assolutamente correre ai ripari per rimettere in carreggiata le carriere dei propri talenti.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.