NRL 2020: risultati terza giornata

share on:

Prova di forza Canberra, Roosters: prima vittoria

Si parte Giovedì con l’ottima e convincente vittoria fuori casa degli Eels contro i Broncos. 6-34 il risultato finale per Paramatta che si porta così a punteggio pieno. Bellissima l’unica metà di Brisbane con Brady Croft che parte da metà campo, brucia letteralmente la difesa avversaria e va prendersi i 4 punti.

Piuttosto prevedibili i risultati del Friday Night Footy. I North QLD Cowboys vincono il derby contro i  Gold Coast Titans in Townsville per 36-6.

Difficile ancora dare un giudizio su Valentine Holmes nel nuovo ruolo di full-back, bisognerà avere un po’ di pazienza ed aspettare gare più ostiche per i Cowboys.

Buona prova dei Roosters contro gli eterni rivali Rabbitohs, 28 a 12 lo score finale per i campioni in carica che portano a casa la prima vittoria stagionale. Solita prova da incorniciare per James Tedesco. Il Dally M Medalist, onnipresente in campo, è letteralmente  una spina nel fianco per South Sydney che non riesce a contenere la sua intelligienza tattica e le sue abilità fisiche.

La franchigia allenata da Wayne Bennet dovrà velocizzarsi nel trovare una buona quadratura di squadra se vuole trovare un posto nei playoffs, quest’anno non c’è molto tempo per farlo.

Prima vittoria anche per i NZ Warriors nel primo match di Sabato contro St. George Illawarra.

Nel loro “temporaneo” homeground i neozelandesi dominano per tutti gli ottanta minuti e non concedono nemmeno un punto ai Dragons. Non è giornata per St. George, tanti gli errori sia in attacco che in difesa per gli australiani.

Partita molto più combattuta invece quella tra Cronulla e i West Tigers.
Partono subito forte gli ospiti portandosi sullo 0-10 dopo pochi minuti. Tornano prepotentemente in gara gli Sharks che ribaltano il risultato e chiudono il primo tempo in vantaggio per 16-10.
Secondo tempo da dimenticare per i padroni di casa però, subiscono 18 punti senza andare mai a segno con il risultato che si chiude sul 16-28 in favore dei West Tigers.

Si chiude la giornata di Sabato con il main event Melbourne vs Canberra all’AAMI Park. Vittoria importante e contro i pronostici dei vicecampioni fuori casa per 22-6. Se devo esser sincero la partita dei Raiders mi ha lasciato bocca aperta, ho visto poche se non pochissime volte gli Storm essere così in difficoltà in casa. Strapotere fisico, tattico e soprattutto difensivo da parte della squadra capitolina che sembra proprio aver capito i punti segreti del nuovo stile di gioco addottato da Melbourne.
Da sottolineare in particolare la strepitosa prova dell’halfback Raiders George Williams, presente in ogni azione chiave della gara.

Si chiude il terzo turno con il pareggio al cardiopalmo tra Penrith e Newcastle per 14-14 e la vittoria netta di Manly contro Canterbury per 32-6.

Nella prima gara domenicale da segnalare l’ottimo secondo tempo dei Knights che, dopo aver chiuso il primo tempo sotto 14-6, pareggiano i punti dei Panthers con due mete del centro Best più una realizzazione.
Le squadre dopo aver fallito una miriade di dropgoals, molti di questi da posizione piuttosto accentrata, hanno proseguito la gara nel “Golden Point” per altri dieci minuti ma il risultato non cambia, parità dunque.

Non molto da dire invece sulla gara tra See Eagles e Bulldogs, dominio Manly.

Siamo ancora solo all’inizio, ma all’inizio di una stagione ridotta. Importante dunque la prima vittoria dei campioni che ormai non potevano più fallire dopo i primi due risultati. Altro grande passo in avanti per Paramatta, che si conferma una squadra molto temibile, ma da questa terza giornata quel che più risalta è la prestazione di Canberra, i vicecampioni domano fuori casa una delle pretendenti al titolo facendo capire che quest’anno hanno intenzioni ancor più serie della scorsa stagione.

 

 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.