Paralimpiadi: primo oro per l’Australia

share on:
rio_giochi_paralimpici_2016

Lakeisha Patterson vince i 400m stile libero – S8 con il record mondiale

La nuotatrice australiana ha segnato un tempo di 4:40.33, 11 centesimi meglio del precedente primato

Come sempre la piscina è la miniera d’oro per l’Australia ai giochi olimpici e anche alle paralimpiadi i nuotatori verdeoro non si smentiscono.

La diciassettenne Patterson ha guidato la gara dal primo passaggio ai 100m e non ha ceduto sulla distanza andando a vincere con sette secondi di vantaggio.
Al secondo posto si è classificata la precedente detentrice di titolo olimpico e record mondiale sulla stessa distanza, la statunitense Jessica Long.

Nello stessa gara Maddison Elliott ha mancato la medaglia di bronzo finendo con un tempo di 5:02.13, preceduta dalla britannica Stephanie Millward con 4:49.49

Patterson abbraccia Millward al termine della gara

La categoria S8 è riservata agli atleti che hanno perso un braccio, hanno severe restrizioni ai movimenti di anca, ginocchia o caviglie, o che, come nel caso di Patterson abbiano sofferto di paralisi cerebrale infantile.
Lucky Patterson ha iniziato a nuotare dall’età di tre anni proprio per combattere la propria malattia e dopo quattordici anni si ritrova sul gradino più alto del podio mondiale:


Also published on Medium.

Commenti

1 Comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.