Queensland Country campione NRC

share on:
Rugby Union NRC Queensland Country campione 2017

Queensland Country da cenerentola a campione

Il Country si impone a Canberra sui Vikings, il titolo torna in Queensland per la terza volta in quattro anni

A giudicare dalle prestazioni dei Reds negli ultimi campionati di Super Rugby, il rugby del Queensland dovrebbe essere in condizioni terribili, ma il campionato nazionale dice il contrario.

Su quattro edizioni disputate solo una è stata assegnata a una squadra di un altro stato – Perth Spirit l’anno scorso. Per il resto o Brisbane City o Queensland Country hanno alzato il trofeo.

Le fortune delle due squadre gestite dai Reds sono state opposte, il City è partito fortissimo nei primi due anni, il Queensland Country è stato la cenerentola del campionato nelle sue prime tre stagioni.

In tre anni il Country si è aggiudicato solo tre partite, ma quest’anno ha compiuto una trasformazione incredibile. Merito di ciò  dal un lato la maturazione di giocatori dal grandissimo futuro, Taniela Tupou, Caleb Timu, Duncan Paia’aua e Filipo Daugunu per citarne alcuni.

“Tongan Thor” Taniela Tupou, futuro wallaby

Dall’altro lato non si possono sottovalutare i meriti di Brad Thorn, che nel 2018 guiderà i Reds, che ha saputo dare struttura a una squadra incapace in passato di giocare 80 a alto livello.

Nella finale di Canberra il Queensland Country ha mostrato i tratti della grande squadra, ha saputo mantenere la calma quando si è trovata sotto nel punteggio, ha reagito all’inferiorità numerica, e alla contemporanea perdita del proprio capitano in campo, con maturità e ha cercato la meta nei minuti finali, quando la logica del mero calcolo avrebbe suggerito il piazzato.

Con il risultato fermo sul 28 pari, a due minuti dal termine Paia’aua ha segnato la meta del sorpasso al rientro in campo dopo il giallo. Daugunu ha chiuso poi i giochi sul calcio di ripresa del gioco facendo proprio l’ovale e riportandolo in meta con una sgaloppata di 60 metri.

I Canberra Vikings, alla loro seconda finale persa in quattro anni e primi in classifica nella stagione regolare, dopo essere stati in vantaggio per 21-7 all’intervallo, hanno segnato una sola meta nella ripresa e sono apparsi stanchi sulle gambe.

Tra le fila dei Vikings si sono visti durante tutta la stagione giocatori dal grande potenziale, su tutti una futura stella del rugby australiano, Rob Valetini.
Il giocatore nato a Melbourne e cresciuto nell’Harlequins prima di passare nel giro dei Brumbies è una possente terza linea dentro dall’impressionante capacità di correre il pallone, ne sentiremo parlare di sicuro.

Valetini durante l’incontro di campionato tra Vikings e Rams

Il livello tecnico della quarta edizione dell’NRC è stato altissimo e ha reso giustizia alla dirigenza dell’ARU, criticata per molte altre decisioni  prese o non-prese in passato. Bill Pulver ha dato al rugby australiano la competizione di cui aveva bisogno per crescere e sviluppare i giovani talenti.


Also published on Medium.

Commenti

Rispondi