Rabbitohs eliminati dagli Sharks

share on:

I Cronulla Sharks annientano i South Sydney Rabbitohs

Cronulla ha dominato il secondo spareggio dei play-off di NRL mandando a casa i campioni in carica di South Sydney

Sia i campioni in carica sia i rinati Sharks sono stati vicini al conquistare il quarto posto in classifica che avrebbe garantito loro una seconda chance, ma un periodo di forma pessima nel finale di campionato e la tenacia dei Melbourne Storm, le ha costrette a questo spareggio, del quale hanno fatto le spese i Rabbitohs, irriconoscibili.

Primo tempo

I numerosi tifosi accorsi al Sydney Stadium non sono stati delusi dall’atteggiamento di entrambe le squadre fin dai minuti iniziali coniglietti e squali non si sono infatti risparmiati nulla. Luke Keary protagonista in negativo dopo sette minuti di gioco per una ditata nell’occhio al capitano degli Sharks e del New South Wales Paul Gallen. Il giocatore dovrà rendere spiegazioni al giudice sportivo in settimana.

Dopo venti minuti di studio, gli Sharks sono andati per primi sul tabellone grazie a Bird, Gordon ha trasformato la meta per il 6-0 parziale.

Jack Bird in meta per Cronulla

Al 31esimo minuto Cronulla nuovamente in meta con un pizzico di polemica, gli arbitri sono ricorsi al replay, ma le immagini non hanno fornito la certezza necessaria per ribaltare la decisione sul campo, nonostante il tocco a schiacciare il pallone in meta di sia parso molto lieve, a essere benevoli.

Il doppio svantaggio ha condizionato i campioni in carica che hanno prima commesso un in avanti e poi sull’azione successiva concesso agli Sharks la terza meta.

Parziale di 18-0 al termine della prima frazione di gioco

Secondo tempo

Dopo la prima frazione di gioco dominata da Cronulla, la ripresa doveva essere il riscatto per South Sydney, ma così non è stato.
Al decimo l’episodio che ha chiuso virtualmente la partita per i campioni in carica: Luke Keary ha corso l’ovale dalla propria area di meta a quella avversaria, un’azione spettacolare purtroppo viziato da un’ostruzione. Gli Sharks hanno segnato il piazzato seguente e il risultato da un potenziale 18-6 è passato a 20-0.
Sotto di tre mete e un piazzato i campioni in carica si sono trovati di fronte al baratro dell’eliminazione con poco meno di mezz’ora da giocare e non sono stati in grado di reagire.
Al 61esimo è arrivata addirittura la quarta meta di Cronulla, con Tagataese.

Paul Gallen, come sempre decisivo

Al 63esmio a rapporto anche Greg Inglis, nervosissimo e autore di numerosi tackle alti, l’ultimo dei quali su Paul Gallen gli è giustamente costata l’ammonizione.

Al 67esimo e al 76esmio South Sydney ha trovato finalmente la via della meta, troppo poco, troppo tardi per cambiare il corso della gara.

Il tabellino:

Cronulla Sharks 28 (18)
Mete: Bird 21′, Graham 32′, Tupou 36′ Tagataese 61′
Trasf.: Gordon 4/4
Piazz.: Gordon 2/2

South Sydney 12 (0)
Mete: Walker 66′, Grevsmuhl 76′
Trasf.: Reynolds 2/2

Mentre la stagione per i campioni in carica di South Sydney termina qui, gli Sharks dovranno vedersela la prossima settimana contro i North Queensland Cowboys, sconfitti ieri sera dai Broncos nel derby del Queensland, una partita difficile, ma comunque alla portata di una rinata Cronulla.

Fine di stagione amaro per Russell Crowe

Commenti

Rispondi