Rebels – Hurricanes: la cronaca

share on:

 

I 16135 spettatori accorsi all’AAMI Park (record di pubblico dal lontano 2012) hanno goduto di una partita viva e piena di emozioni. Il punteggio è forse un po’ troppo crudele ma gli Hurricanes hanno sicuramente meritato di vincere la partita. I neozelandesi hanno dominato dal 30° minuto in poi, non lasciando letteralmente scampo ai Rebels. Il digiuno delle squadre australiane contro le neozelandesi quindi continua. Il maggior killer instinct e la maggior abitudine a giocare partite ad alto ritmo dei neozelandesi è stata la chiave vincente del match; i Rebels hanno dato tutto nel primo tempo finendo però presto il gas a disposizione. Mafi, costretto ad uscire a fine primo tempo a causa di una concussion, si è rivelato una perdita troppo importante per i padroni di casa che non sono stati più capaci di avere palloni avanzanti.

Gli Hurricanes hanno fornito una prova cinica e concreta dimostrandosi una squadra solida e dalle mille opzioni offensive, soprattutto tra i trequarti. Ben Lam, 4 mete per lui, è stato una continua minaccia ed oltre a finalizzare le tante azioni imbastite dagli Hurricanes, è stato anche bravo a cercarsi lavoro in giro per il campo. Non può che andare a lui il man of the match.

 

Commenti

Rispondi