Rebels – Lions: la cronaca

share on:

Dopo un tour sudafricano che li ha visti pareggiare una partita e perderne un’altra, i Rebels tornano a Melbourne per affrontare nuovamente una squadra sudafricana, i Lions di Johannesburg.

Sulla carta sembra uno scontro chiuso, con gli ospiti stabilmente secondi in classifica generale e finora sconfitti una sola volta in stagione. L’esperienza di Whiteley e Jantjies sarà sicuramente utile agli ospiti, mentre le ali Skosan e Mahuza costituiscono le minacce principali al largo.

I Rebels finalmente riaccolgono dal primo minuto il Wallaby Toby Smith che parte con la numero 1, mentre a formare la linea mediana falcidiata dagli infortuni saranno Meehan e Volavola. Colby Fainga’a, annunciato inizialmente in formazione e capitano, è costretto ad accomodarsi in tribuna a causa di un risentimento muscolare; a prendere il suo posto in terza linea è Will Miller, che insieme a Hugh Sinclair saranno i flanker di giornata. Per i 2, fino a qualche settimana fa impegnati nello Shute Shield di Sydney, sarà sicuramente una giornata da ricordare. A fare le veci di capitano sarà l’estremo Reece Hodge, sempre una garanzia.

 

Primo tempo

Nel primo quarto di partita i Rebels si dimostrano ordinati in difesa, bloccando le folate offensive sudafricane. Prima è Koroibete a compiere un placcaggio miracoloso su Skosan lanciato in meta, poi è il pacchetto di mischia ad interrompere coraggiosamente una maul avanzante. Ad avere la prima occasione per sbloccare il risultato è però Reece Hodge, ma il suo calcio dalla distanza finisce di poco a lato.

Al 21esimo la partita si sblocca: un calcio di punizione viene giocato velocemente dai Jantjies, la palla viene portata avanti dal pack Lions che conquistano metri su metri. Ad assestare il colpo finale è l’ex capitano degli Springbok 7’s Kwagga Smith che riesce a rompere la resistenza dell’ultimo placcaggio Rebels schiacciando in meta in mezzo ai pali. Jantjies finisce ciò che aveva iniziato ed aggiunge i 2 punti del 7-0.

Neanche il tempo di respirare che i Lions si riportano subito nella metà campo dei Rebels grazie all’indisciplina dei padroni di casa. Dalla rimessa laterale la difesa di casa oppone poca resistenza ed è tutto facile per il mediano Cronje: la meta in bandierina viene ancora una volta trasformata e il gap inizia subito ad allargarsi, con gli ospiti in vantaggio 0 – 14 al 26esimo.

Come spesso accade, servono dei punti subiti per far reagire i Rebels. Mafi carica la difesa Lions e ricicla il pallone per Hodge che passa a Koroibete lanciato a 1000. Il buco è profondo nella difesa sudafricana ma a scardinarla definitivamente serve un’invenzione del mediano Meehan che con un calcetto velenoso mette nel corridoio giusto English che schiaccia in meta. Hodge trasforma per il 7 – 14 al 28esimo.

Proprio sul finire di primo tempo sono gli ospiti a marcare ancora: la palla viene mossa rapidamente da una parte all’altra del campo con Jantjies bravo ad identificare sempre il giocatore più libero. Uno dei suoi passaggi raggiunge il velocista Skosan che elude il diretto avversario schiacciando in meta per il 7 – 19 con cui si chiude il primo tempo.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.