Rebels – Reds: la cronaca

share on:

Primo Tempo

La partita sembrava iniziata nel migliore dei modi per i Reds, con un iniziale dominio in mischia chiusa non trasformato in punti solamente a causa dell’imprecisione al piede di Lance, ma all’8° minuto ecco la svolta del match: Higginbotham placca al collo Philip usando solo la spalla, il TMO non può fare altro che suggerire il rosso e i Reds si ritrovano così in 14 per il resto della partita.

Senza perdersi d’animo gli ospiti continuano a mantenere il possesso palla, usando la mischia come valido punto di partenza. Da una delle numerose fasi statiche è Kerevi ad andare a sbattere contro la difesa perdendo però palla; il rimbalzo è fortunato e finisce nella mani di Paia’aua che si invola indisturbato in meta tra lo stupore del pubblico di Melbourne. Tuttle trasforma facile facile portando i suoi sullo 0-7 dopo 20 minuti.

I Reds vedono i propri giocatori in campo diminuire nuovamente al 22°, quando Tui placca in malo modo Genia rischiando di buscarsi il rosso. L’arbitro è generoso ed estrae solo il giallo.

La reazione dei Rebels non tarda ad arrivare e dopo una poderosa spinta in maul la palla viene mossa al largo fino a Naivalu che deposita l’ovale sotto i pali, con Debreczeni che trasforma facile per il 7 – 7 al 24°.

Con 2 uomini in più sembrerebbe tutto indirizzato nel verso giusto per i Rebels ma i meccanismi difensivi sembrano un po’ arrugginiti. Dall’ennesima mischia vinta troppo comodamente dai Reds, Feauai-Sautia prende un grandissimo angolo imbeccato dal passaggio preciso di Tuttle. L’ala samoana ricicla per Kerevi che ha un’autostrada per la linea di meta. Il risultato è un’altra marcatura per gli ospiti, con i 2 punti aggiuntivi marcati da Tuttle per il 7 – 14 al 28°.

Neanche il tempo di respirare e finalmente i Rebels fanno sentire gli uomini in più in mischia conquistando un calcio a favore dentro i 22 dei Reds. Genia gioca veloce e apre la palla al largo per Tom English che schiaccia il pallone oltre alla linea di meta. Debreczeni è ancora preciso e i Rebels impattano sul 14 pari al 31°.

I Reds sono in apnea e non riescono più a mettere le mani sul pallone. Dopo un’altra touche arpionata da Coleman i Rebels impostano una rolling maul avanzante attirando quanti più Reds possibili nel raggruppamento. La palla arriva poi a Maddocks che vede al largo il sempre presente Naivalu, libero di saltare il diretto avversario portando in vantaggio i suoi al 34°: 19 -14.

Il dominio tattico di Genia è evidente e la difesa dei Reds non ha mezzi per contrastare l’astuzia del mediano Wallaby. I suoi calci rinchiudono nei 22 la formazione di Brisbane che non può fare altro che calciare in touche. Sembra di vedere il replay della meta precedente quando Cottrell vince la rimessa laterale e inizia un raggruppamento avanzante. Genia tira fuori il pallone facendolo arrivare a Hodge che batte il diretto avversario e ricicla per Haylett-Petty, schiacciando facilmente al suo debutto in maglia Rebels. Debreczeni aggiunge i 2 punti che chiudono il primo tempo sul 26 – 14.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.