I Rebels a fatica sui Reds

share on:
Super Rugby Melbourne Rebelsjpg

I Melbourne Rebels battono i Queensland Reds 25 – 23

Dopo aver dominato i primi 35 minuti di gioco, i Rebels hanno subito il ritorno degli avversari e hanno chiuso la partita in affanno

Richard Graham non c’è più, al suo posto la coppia formata da Nick Stiles e Matt O’Connor guida ad interim i Queensland Reds, rispetto alle due uscite di campionato, il miglioramento è netto ma il risultato non cambia.

Contro i Rebels piagati dagli infortuni e con mezza squadra in infermiera, ultimo dei quali Tamati Ellison sostituito dal giovanissimo Sione Tuipulotu, i Reds hanno subito i primi 35 minuti prima di trovare la consapevolezza necessaria per iniziare a macinare gioco.

Al termine della gara i Melbourne Rebels devono ringraziare la superiorità numerica goduta negli ultimi cruciali sette minuti dove erano schiacciati in difesa.

Primo tempo

Dopo tre minuti di gioco i Melbourne Rebels si sono fatti vivi per la prima volta nella metà campo ospite e hanno usufruito di un calcio piazzato per un evidente fuori gioco della linea difensiva. Jack Debreczeni ha trasformato da circa 40 metri per il 3-0 dei padroni di casa.

La difesa dei Reds era costretta nuovamente al fallo all’11’ e l’apertura non sbagliava il secondo calcio.

Al quarto d’ora di gioco i Rebels hanno segnato la propria prima meta con Jonah Placid. Dopo un bel buco al centro del capitano McMahon, Ben Meehan ha calciato un grubber in meta che l’estremo ha schiacciato per i primi cinque punti della partita.

Esordio molto positivo per Sione Tuipulotu

Ancora Rebels al ventesimo minuto, quando Dom Shipperley ha trovato un altro buco difensivo dei Reds e ha percorso 40 metri prima di essere placcato da Karmichael Hunt. L’estremo dei Reds ha però commesso fallo sul prosieguo dell’azione e Debreczeni ha segnato il terzo piazzato per i Rebels.

A cinque dal termine i Reds si sono fatti vedere grazie a una grande azione personale di Hendrik Tui che ha corso indisturbato dai propri 22 fino alla metà campo, ha passato all’accorrente Nick Frisby e il mediano di mischia ha schiacciato l’ovale sotto i pali. McIntyre ha facilmente trasformato la meta per il 16 – 7 parziale.

La meta subita ha scosso i padroni di casa che hanno concesso una punizione ai Reds due minuti dopo. McIntyre ha realizzato per il 16-10 con cui si è chiuso il primo tempo.

Finale primo tempo:  Rebels 16 – Reds 10

Sean McMahon un esempio come sempre

Secondo tempo

La partita è cambiata completamente nella ripresa e al dominio Rebels è seguito un equilibrio di forze che si è protratto fino all’ultimo minuto.

Le due squadre si sono scambiate un paio di calci piazzati nei primi minuti, ma il gioco ha stentato a decollare nei primi quindici minuti della ripresa.

A ravvivare la situazione ci ha pensato Samu Kerevi che ha sorpreso in due occasioni la difesa dei Rebels. A seguito della seconda galoppata sulla fascia del centro dei Reds, gli ospiti hanno usufruito  di un rimessa laterale, sugli sviluppi della quale il tallonatore Andrew Reasy è andato in meta con una rolling maul.

Al 65′ la mischia dei Reds ha conquistato un fallo che McIntyre ha trasformato a trenta metri dai pali per il sorpasso ospite.

Sorpasso durato soli tre minuti perché l’ennesima infrazione dei Reds ha dato a Debreczeni la possibilità di segnare il piazzato del nuovo sorpasso.

A sette minuti dal termine i Reds sono rimasti in inferiorità numerica per un cartellino giallo al rientrante Anthony Fainga’a.

In superiorità numerica i Rebels hanno sofferto nei minuti finali il pressing dei Reds. Chiusi nei propri 22 i Rebels sono stati bravi a difendere senza concedere il fallo e senza lasciare lo spazio per i drop a Jake McIntyre.

Risultato finale: Rebels 25 – Reds 23

 Samu Kerevi ha guidato la riscossa dei Reds nella ripresa


Le interviste

McGahan
“Non ci saremmo dovuti trovare in quella situazione”, riferendosi ai tre minuti finali, “avremmo dovuto chiudere la partita molto prima. La disciplina e la calma del gruppo sono state fantastiche in quei momenti””Abbiamo subito diversi infortuni dell’ultima ora e Sione è stato bravissimo a inserirsi in squadra senza troppo preavviso. Lui è molto contento della sua prestazione, così come lo siamo noi.”
Stiles 
“Il primo tempo è stato molto deludente, abbiamo dato via troppi punti per indisciplina, essere sotto per 16-0 non è stato soddisfacente. Abbiamo però saputo riorganizzarci e ci siamo messi in condizione di vincere la partita al 79′. Eravamo venuti qui per vincere e non ci accontentiamo.”

 


Il momento chiave

 

La sgaloppata di Hendrick Tui al 35′ del primo tempo non solo ha dato la prima meta ai Quensland Reds ma  ha svegliato una squadra apparsa imbambolata e incapace di reagire alla dominio territoriale dei padroni di casa

Il migliore in campo AS

 

Sean McMahon è stato il  motore dei Rebels e ha saputo tenere i propri compagni di squadra in partita, dimostrando non solo le note capacità tecniche ma anche il piglio del vero leader.

 


Il tabellino

Rebels  25  (16):
Mete: Placid 15′
Trasf.: Debreczeni 1/1
Piazz.: Debreczeni 5/7

Reds 23  (10):
Mete: Frisby 35′, Ready 60′
Trasf.: McIntyre 2/2
Piazz.: McIntyre 3/3

Commenti

1 Comment

Rispondi