Rebels – Sharks: la cronaca

share on:

Dopo la prima sconfitta stagionale, i Rebels sono chiamati alla riscossa per confermare quanto di buono fatto finora. La partita casalinga contro gli Sharks è un importante banco di prova in vista della sfida di sabato prossimo contro gli Hurricanes: la vittoria è sicuramente nelle corde dei Rebels, ma gli australiani devono dimostrare di poter tornare subito a fare punti in classifica dopo la pesante sconfitta subita contro i Waratahs sei giorni fa.

Coach Wessels ha deciso di operare ben 7 cambi, di cui solo uno forzato da infortunio: se la prima linea rimane invariata (ancora indisponibile Uelese), in seconda l’inglese Parling partirà per la prima volta dall’inizio per aiutare capitan Coleman a decifrare la poderosa rimessa laterale sudafricana. In terza linea il solo confermato è il numero 8 Mafi, con Timani nemmeno incluso nei 23 per controllare il suo minutaggio. Rientra in squadra l’abrasivo Cottrell che insieme a Fainga’a forma una gran coppia di fetcher. Con Genia e Debreczeni ancora una volta al comando dei trequarti, la coppia di centri è formata da Billy Meaks (per la prima volta titolare in stagione) e Reece Hodge. Ad essere sacrificato è il vicecapitano Tom English, questa volta tenuto in panchina e chiamato ad entrare in campo a partita iniziata a seconda delle esigenze di Wessels. L’infortunio di Dane Haylett-Petty è l’occasione perfetta per riformare la coppia di ali tutta fijana Naivalu – Koroibete, con l’in formissima Maddocks spostato ad estremo.

Ecco la formazione complete:

15 Jack Maddocks, 14 Sefa Naivalu, 13 Reece Hodge, 12 Billy Meakes, 11 Marika Koroibete, 10 Jack Debreczeni, 9 Will Genia, 8 Amanaki Mafi, 7 Colby Fainga’a, 6 Angus Cottrell, 5 Adam Coleman (c), 4 Geoff Parling, 3 Jermaine Ainsley, 2 Anaru Rangi, 1 Tetera Faulkner
In panchina: 16 Mahe Vailanu, 17 Fereti Sa’aga, 18 Sam Talakai, 19 Matt Philip, 20 Ross Haylett-Petty, 21 Richard Hardwick, 22 Michael Ruru, 23 Tom English

 

L’inizio di stagione degli Sharks è stato caratterizzato da più ombre che luci. Gli unici punti in classifica sono frutto di una facile vittoria contro i Sunwolves e un pareggio con i Waratahs; la partita dello scorso turno ha visto i sudafricani perdere in casa dei Brumbies senza mostrare granchè. Gli Sharks sono dotati di un ottimo asse 9 – 10 – 15 che vede protagonisti Schreuder, du Preez e Bosch, capaci di mettere in azione la cavalleria leggera formata da Am, Mvovo e Nkosi, spesso in meta in questo inizio di stagione. Con Mtembu a numero 8 pronto a portare sempre avanti il pallone, la sala macchine sarà comandata da capitan Ruan Botha e Lewies in seconda linea. Pronto al rientro è Beast Mtawarira, che insieme a van der Merwe e du Toit compongono una interessantissima prima linea.

15 Curwin Bosch, 14 Sbu Nkosi, 13 Lukhanyo Am, 12 Marius Louw, 11 Lwazi Mvovo, 10 Robert du Preez, 9 Louis Schreuder, 8 Tera Mtembu, 7 Jean-Luc du Preez, 6 Jacques Vermeulen, 5 Stephan Lewies, 4 Ruan Botha (c), 3 Thomas du Toit, 2 Akker van der Merwe, 1 Beast Mtawarira
In panchina: 16 Franco Marais, 17 Juan Schoeman, 18 John-Hubert Meyer, 19 Hyron Andrews, 20 Wian Vosloo, 21 Cameron Wright, 22 Kobus van Wyk, 23 Garth April

Commenti

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.