Rebels – Sharks: la cronaca

share on:

Dopo la prima sconfitta stagionale, i Rebels sono chiamati alla riscossa per confermare quanto di buono fatto finora. La partita casalinga contro gli Sharks è un importante banco di prova in vista della sfida di sabato prossimo contro gli Hurricanes: la vittoria è sicuramente nelle corde dei Rebels, ma gli australiani devono dimostrare di poter tornare subito a fare punti in classifica dopo la pesante sconfitta subita contro i Waratahs sei giorni fa.

Coach Wessels ha deciso di operare ben 7 cambi, di cui solo uno forzato da infortunio: se la prima linea rimane invariata (ancora indisponibile Uelese), in seconda l’inglese Parling partirà per la prima volta dall’inizio per aiutare capitan Coleman a decifrare la poderosa rimessa laterale sudafricana. In terza linea il solo confermato è il numero 8 Mafi, con Timani nemmeno incluso nei 23 per controllare il suo minutaggio. Rientra in squadra l’abrasivo Cottrell che insieme a Fainga’a forma una gran coppia di fetcher. Con Genia e Debreczeni ancora una volta al comando dei trequarti, la coppia di centri è formata da Billy Meaks (per la prima volta titolare in stagione) e Reece Hodge. Ad essere sacrificato è il vicecapitano Tom English, questa volta tenuto in panchina e chiamato ad entrare in campo a partita iniziata a seconda delle esigenze di Wessels. L’infortunio di Dane Haylett-Petty è l’occasione perfetta per riformare la coppia di ali tutta fijana Naivalu – Koroibete, con l’in formissima Maddocks spostato ad estremo.

Ecco la formazione complete:

15 Jack Maddocks, 14 Sefa Naivalu, 13 Reece Hodge, 12 Billy Meakes, 11 Marika Koroibete, 10 Jack Debreczeni, 9 Will Genia, 8 Amanaki Mafi, 7 Colby Fainga’a, 6 Angus Cottrell, 5 Adam Coleman (c), 4 Geoff Parling, 3 Jermaine Ainsley, 2 Anaru Rangi, 1 Tetera Faulkner
In panchina: 16 Mahe Vailanu, 17 Fereti Sa’aga, 18 Sam Talakai, 19 Matt Philip, 20 Ross Haylett-Petty, 21 Richard Hardwick, 22 Michael Ruru, 23 Tom English

 

L’inizio di stagione degli Sharks è stato caratterizzato da più ombre che luci. Gli unici punti in classifica sono frutto di una facile vittoria contro i Sunwolves e un pareggio con i Waratahs; la partita dello scorso turno ha visto i sudafricani perdere in casa dei Brumbies senza mostrare granchè. Gli Sharks sono dotati di un ottimo asse 9 – 10 – 15 che vede protagonisti Schreuder, du Preez e Bosch, capaci di mettere in azione la cavalleria leggera formata da Am, Mvovo e Nkosi, spesso in meta in questo inizio di stagione. Con Mtembu a numero 8 pronto a portare sempre avanti il pallone, la sala macchine sarà comandata da capitan Ruan Botha e Lewies in seconda linea. Pronto al rientro è Beast Mtawarira, che insieme a van der Merwe e du Toit compongono una interessantissima prima linea.

15 Curwin Bosch, 14 Sbu Nkosi, 13 Lukhanyo Am, 12 Marius Louw, 11 Lwazi Mvovo, 10 Robert du Preez, 9 Louis Schreuder, 8 Tera Mtembu, 7 Jean-Luc du Preez, 6 Jacques Vermeulen, 5 Stephan Lewies, 4 Ruan Botha (c), 3 Thomas du Toit, 2 Akker van der Merwe, 1 Beast Mtawarira
In panchina: 16 Franco Marais, 17 Juan Schoeman, 18 John-Hubert Meyer, 19 Hyron Andrews, 20 Wian Vosloo, 21 Cameron Wright, 22 Kobus van Wyk, 23 Garth April

Commenti

Rispondi