Rebels – Sunwolves: la cronaca

share on:

Primo tempo

I Rebels iniziano in maniera ispirata e si portano subito nei 22 giapponesi, che rispondono commettendo 2 falli in rapida successione. I padroni di casa, invece di piazzare per 3 comodi punti, decidono di chiedere una mischia ordinata che porta subito i risultati sperati. La prima carica di Koroibete arriva corta e dopo 2 penetrazioni vicino al raggruppamento, il solito Genia fa la scelta corretta e trova Hodge per la meta che sblocca il match, prontamente trasformata da Cooper per il 7 – 0 al 7°.

Complice un errore in fase difensiva dei Rebels, i Sunwolves recuperano subito palla e provano a conquistare metri. I Rebels commettono un paio di falli in rapida successione e i giapponesi si portano a 5 metri dalla linea di meta australiana. La gestione della rimessa laterale è sciagurata e gli ospiti sprecano un paio di facili rimesse laterali; uscire dai propri 22 però rimane difficile per i Rebels e i giapponesi mantengono la pressione, premiata con un piazzato di Parker che al 13° accorcia per il 7 – 3.

A far riprendere il controllo della situazione ai padroni di casa ci pensa Tom English che riesce a fare il buco nella linea ospite grazie ad un bel passaggio di Genia. Il centro di casa serve Hodge che arriva comodamente in meta marcando la doppietta personale e il 12-3 Rebels, a cui Cooper aggiunge 2 punti con un’ottima trasformazione. Al 17° il punteggio è 14 – 3.

English crea il buco

La partita inizia a r0mpersi e i giapponesi a disunirsi. I Rebels sono sempre più in possesso del pallone e la mischia offre ottime piattaforme a Genia. Il 9 Wallaby trova facilmente Cooper che piazza un grubber preciso all’interno dei 22 nipponici. Estremo e mediano di mischia Sunwolves fanno confusione e ad uscire vincitore dalla contesa è Billy Meakes, bravo ad impossessarsi dell’ovale e a schiacciarlo in meta. Cooper trasforma nuovamente e al 25° i Rebels dominano 21 – 3.

I giapponesi battono finalmente un colpo al 30° quando, da mischia ordinata in mezzo ai pali, la palla viene spostata sul lato chiuso fino a raggiungere Masirewa. Maddocks non oppone la resistenza dovuta e il neozelandese ha vita facile, schiacciando in bandierina per il 21 – 8. Parker, da posizione difficile, sbaglia la prima trasformazione stagionale e i giapponesi accorciano 21 – 8.

Masirewa vola in meta

I Rebels sembrano accusare un po’ il colpo e prima Cooper non fa fare 10 metri al calcio di inizio, poi la mischia di casa commette un fallo e permette ai Sunwolves di riportarsi subito all’interno dei 22 avversari. L’ennesima rimessa laterale sbagliata però, permette ai Rebels di allontanare la palla dalla propria zona rossa.

Gli australiani non spostano il piede dall’accelleratore e continuano a colpire. Genia trova un varco nella difesa nipponica e serve Hodge lanciato a massima velocità. L’estremo di casa arriva molto vicino alla linea di meta prima di essere placcato da Yamanaka. Hodge è bravo a servire l’accorrente Cooper che si può tuffare comodamente in meta in mezzo ai pali. Aggiungere i 2 punti è una formalità e il primo tempo si chiude così sul 28 – 8.

Quade Cooper indisturbato in meta

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.