Review: Grand Final 2010

share on:

In vista della Grand Final di sabato apriamo questa rubrica dedicata alle migliori Grand Final.

25 settembre 2010, quando si parla delle migliori Grand Final bisogna partire da qui dalla leggendaria sfida tra Collingwood e St Kilda.
I Magpies sono arrivati alla Grand Final tramite una stagione molto positiva chiusa al primo posto, poi alle Finals hanno mandato a casa rispettivamente Western Bulldogs e Geelong, entrambe sfide vinte con punteggi ampi.
I Saints hanno chiuso la propria stagione regolare al terzo posto dietro ai Geelong Cats, che alla Qualifying Finals vengono battuti per soli 4 punti di scarto e nella Preliminary Final si impongono abbastanza nettamente su Wester Bulldogs.
Negli scontri diretti le due squadre si equivalgono avendo vinto entrambi tra le mure amiche.

_h366_w650_m6_otrue_lfalse22

25 settembre 2010, 2.30pm ore locali, ha inizio la grande sfida tra Collingwood e St Kilda davanti ad un pubblico di 100.016 persone. La gara parte bene per Collingwood trascinati in mezzo al campo dal trio Swan, Pendlebury e Sidebottom, mentre in avanti la squadra ha diverse armi tra cui un Travis Cloke abbastanza ispirato. I primi due quarti vendono i Magpies in controllo ed il punteggio li vede premiati visti i 24 punti di vantaggio.
Al rientro dall’intervallo i Saints cambiano marcia aumentando la pressione difensiva, il trio Hayes, Montagna e McQualter abbatte chiunque porti la casacca di Collingwood ed abbia l’ovale in mano. Cresce la difesa e cresce anche l’attacco in grado di segnare 3 goal. A fine terzo quarto i Saints sono sotto di 8 punti. Nell’ultimo quarto accade di tutto, ma l’episodio più significato avviene ad 1.50 dalla fine, Hayes conquista la palla e calcia all’interno dei 50 metri per servire Milne, il giocatore vince il duello fisico con Ben Johnson e quando tutto sembrava apparecchiato per segnare il goal della vittoria l’ovale prende uno strano rimbalzo ed entra all’interno della porta laterale, solo behind. Peccato che quel behind porta la gara sul 68-68 pari e nessuno riesce più a segnare entro la fine del tempo. La gara fine 68-68, Lenny Hayes porta a casa la Norm Smith Medallist, ma la Grand Final bisogna rigiocarla la settimana dopo.

{1BF8D551-80FB-440B-826A-D98B9954D7D9}flexible

2 ottobre 2010, 2.30pm ore locali, ha inizio la seconda Grand Final, per la prima volta nella storia dell’AFL si ha l’onore d’assistere al replay match. La gara però non è spettacolare come quella di sette giorni prima, i Saints sono stremati dopo la quasi impresa del weekend precedente. I Magpies sfruttano l’occasione per ipotecare il match già nel primo quarto con un parziale 20-2 che aumenta nei successivi venti minuti, portando i Magpies avanti di 27 punti, scarto quasi identico alla sfida di sette giorni prima. St Kilda prova a tirare fuori il cuore nel secondo tempo, ma viene spazzata via da Collingwood. Il punteggio finale recita 108 (16.12) – 52 (7.10), per i Magpies, Scott Pendlebury a fine partita viene premiato con la Norm Smith Medallist e Collingwood può finalmente festeggiare la vittoria del titolo che mancava dal lontano 1990. In casa St Kilda, questa Grand Final fu l’inizio del declino.

Il replay match è ricordato soprattutto per questa incredibile giocata difensiva di Heat Shaw ai danni di Nick Riewoldt

Commenti

1 Comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.