Roosters: la favola continua per Vunakece

share on:
Rugby League Sydney Roosters Eloni Vunakece

Lo spazzino Vunakece confermato dai Roosters per il 2017

Impossibile non notare in campo la capigliatura di Eloni Vunakece, ma la vera storia va al di là della somiglianza con Telespalla Bob

Il figiano Eloni Vunakece ha inseguito il sogno della NRL per tutta la sua vita e l’anno scorso lo ha finalmente raggiunto, a caro prezzo.
Dopo aver passato la trafila delle giovanili e essere approdato in Francia al Toulouse Olympique, Vunakece era tornato in Australia sperando in un contratto in NRL, grazie anche alla sua partecipazione alla Coppa del Mondo 2013 con la maglia delle Isole Figi.

Ma non era riuscito a sfondare e a quasi 28 anni le sue speranze di finalmente vestire la maglia di un club di NRL sembravano oramai svanite. Rimanevano le partite nelle leghe minori, i due figli e il lavoro da spazzino a Sydney.

Quella che sarebbe potuta essere una storia come tante di sogni infranti, si è invece trasformata in una bella favola. A inizio 2016 l’allenatore dei galletti Trent Robinson lo fece aggregare alla squadra in prestagione: una volta alla settimana per gli allenamenti.
Vunakece, fiutando l’opportunità chiese di potersi allenare più spesso e Robinson glielo permise. Senza contratto, il giocatore continuò a lavorare come spazzino per mantenere moglie e figli, svegliandosi alle tre del mattino per andare a lavorare nel turno di notte e essere presente agli allenamenti puntuale a mezzogiorno.

Continuando a bussare alla porta del destino, Vunakece trovò finalmente la sua opportunità, giocando una gran bella partita contro Manly, finalmente in NRL.
Dopo otto partite in NRL e la menzione come pilone dell’anno del New South Wales, Vunakece pensava di aver raggiunto il suo massimo risultato e stava già preparandosi a godersi l’arrivo del terzo figlio, quando è arrivata la chiamate dei Roosters.

Il club di Sydney gli ha offerto un biennale, che il giocatore ha accettato a una condizione: continuare a lavorare a tempo pieno come spazzino.
Perché “la spazzatura va raccolta lo stesso”.


Also published on Medium.

Commenti

1 Comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.