Segnali di vita dalle Indie Occidentali

share on:

Indie Occidentali a 271 grazie alla parte bassa dell’ordine di battuta

La partita rimane comunque saldamente in mano all’Australia che conduce per 459 punti

Dopo un disastroso secondo giorno chiuso con un umiliante 6 per 91, le Indie Occidentali si sono riprese e, grazie all’81 di Darren Bravo e ai battitori della parte bassa dell’ordine.

L’Australia ha impiegato cento over per eliminare i caraibici, vedendo due wicket di Pattinson negati per fallo di piede, un problema ricorrente per il lanciatore, che potrebbe costar caro in altri test match meno scontati.

Andata al crease l’Australia ha ceduto immediatamente due wicket, Burns per 4 e Warner per 17, ma Smith e Khawaja hanno rimesso i baggy green in carreggiata e al termine del gioco il risultato di 179 per 3 wicket persi fa pensare a una probabile dichiarazione in notturna o a una breve sessione in mattinata per superare quota cinquecento e andare a cercare la vittoria con meno affanno.

Carlos Braithwaite festeggia il wicket di Warner

cricket Indie Occidentali Braithwaite

Se il test match si sta dimostrando una pratica scontata per l’Australia, Darren Lehmann e il suo team deve lavorare su due aspetti.
I ripetuti falli di piede di Pattinson, che hanno reso invalidi due dei suoi wicket e la prestazione al crease del numero due Warner che non ha raggiunto la mezza centuria nemmeno sommando i punti dei due inning in battuta.

Pattinson non rischia il posto per il terzo match visto il suo bottino di quattro wicket e l’assenza per infortunio di Nathan Coulter-Nile, ma la sua posizione potrebbe essere in dubbio in futuro.

Ugualmente David Warner non è in pericolo immediato di perdere il posto, ma deve guardarsi le spalle dalla concorrenza.

 

Il tabellino completo su ESPN Cricket

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.