Serena – Maria, spettacolo a metà

share on:
Tennis Serena Williams

Serena Williams batte Maria Sharapova in due set e accede alla semifinale

Dopo un primo set  a tratti da incorniciare, la russa cede facilmente il secondo

Che le due non si amino era ben visibile, gli sguardi che si sono scambiati al di là della rete e quelli che non si sono scambiati ai cambi campo erano da cineteca di film western

Fatte salve le solite urla che hanno accompagnato ogni colpo e sulle quali si è ormai speso troppo tempo, il quarto di finale che ha visto le rivali affrontarsi nel pomeriggio dell’Australian Open è stato a due facce.

Tennis Serena Williams Maria Sharapova

Il primo set, durato 55 minuti, ha avuto momenti di tennis da cineteca, con scambi e angoli impossibili, recuperi miracolosi, aces (della Williams) e ribattute (della Sharapova) da registrare.
Dopo aver strappato di prepotenza il servizio alla campionessa in carica nel primo gioco, la Sharapova sembrava ben avviata, ma ha commesso qualche errore di troppo in battuta – entrambe  hanno mostrato il proprio disagio per il sole negli occhi durante il servizio – e si è fatta rimontare.

Ripresosi il servizio e strappatone un’altro alla russa, la Williams è andata a vincere il decimo gioco dopo una lunga serie di vantaggi e vantaggi pari.

La gran fatica del primo set ha influito sulla prestazione di entrambe le atlete nel secondo, dove il ritmo è calato e gli errori si sono susseguiti da entrambe le parti.

Williams ha saputo mantenere i nervi saldi e, nonostante abbia accusato un dolore alla gamba che ha fatto tremare gli appassionati, ha preso in mano il gioco andando sul 4-0 prima che Sharapova provasse una tardiva rimonta.
Al termine l’americana si è imposta per 6-4; 6-1 e andrà ad affrontare in semifinale la polacca Radwanska che ha battuto 6-1; 6-3 la spagnola Suarez-Navarro.

Le statistiche del match sul sito ufficiale dell’Australian Open

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.