Super Rugby 2017

share on:
Super Rugby

Il girone “Africa 1”

Diego: Il girone più imprevedibile, penso sia un peccato che una di queste i quattro squadre acceda ai playoff automaticamente. I Sunwolves devono fare meglio, altrimenti il loro futuro è a rischio, i Giapponesi devono portare qualità e talento nel Super Rugby, non solo Yen.

Ila: Non sono una grande fan del gioco sudafricano, ma vedo come favoriti gli Stormers per il primo posto nel girone. Nel primo turno Stormers e Bulls si affronteranno e potremo capire molto di più dell’andamento generale del girone. I Sunwolves mi stanno simpatici ma purtroppo sono ancora poco competitivi, speriamo in qualche loro bella vittoria!

Teo: Stormers e Bulls sono squadre toste e si daranno battaglia fino all’ultimo per accedere ai quarti di finale. La squadra di Pretoria si e’ rinforzata e sembra aver trovato un po’ di brio in piu’ rispetto agli ultimi anni. Gli Stormers sono una squadra competitiva, dovranno pero’ dimostrare di non sciogliersi come neve al sole quando incontreranno le neozelandesi (Playoff 2016 docet). I Cheetahs possono essere una incognita, ma non vadano troppo lontano, anche se le strategie sapienti dell’ex Benetton Franco Smith sono sicuramente un bonus aggiuntivo per la squadra di Bloemfontein. I Sunwolves hanno un compito difficilissimo, ovvero quello di combinare il rugby giocato con tutti gli spostamenti che dovranno sorbirsi. Saranno ben 130000 i kilometri che i giapponesi dovranno volare durante la stagione (per darvi un’idea, la circonferenza della Terra e’ 40075 km..). Proprio l’enorme numero di kilometri percorsi e’ uno dei grandi ostacoli della dirigenza nipponica, che fatica a firmare giocatori di alto livello proprio per questo motivo. Il cavallo di rientro Fumiaki Tanaka sara’ sicuramente una ispirazione per i Sunwolves, difficile pero’aspettarsi grandi cose dai giapponesi.

L’ex allenatore di Treviso Franco Smith, alla seconda stagione a Bloemfontein


Also published on Medium.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.