Super Rugby 2017: le rose delle neozelandesi

share on:
Super Rugby Nuova Zelanda

Super Rugby 2017: i Blues

I Blues di Tana Umaga sono l’unica squadra a non aver raggiunto i play off nella stagione scorsa e detengono il record negativo per una neozelandese per il digiuno più lungo: ultima partecipazione ai play off nel 2011, ultima vittoria addirittura nel 2003.
Per la squadra della capitale morale della Nuova Zelanda una situazione inaccettabile che ha reso l’ambiente molto nervoso e impaziente di tornare al successo.
La maglia numero 10 che fu di Carlos Spencer non ha ancora trovato un degno successore:

I più: Buona campagna acquisti. Tana Umaga ha rinforzato decisamente il centrocampo e la posizione di pilone. SBW è sempre un giocatore in grado di cambiare il corso di una partita e di far vendere biglietti al botteghino. I Blues sembrano una squadra dal grande potenziale e dovrebbero raggiungere la maturazione tra un paio d’anni.

I meno: L’apertura rimane sempre un punto aperto: Piers Francis e Ihaia West partono alla pari e nessuno dei due sembra in grado di dominare in questa posizione. Bryn Gatland, eroe della promozione di North Harbour alla premiership dell’NPC avrebbe potuto trovare spazio nella rosa.

Arrivi:  Pauliasi Manu (Chiefs), Murphy Taramai (sevens), Jimmy Tupou (Crusaders), Declan O’Donnell (sevens), Stephen Perofeta (Taranaki), Augustine Pulu (Chiefs), Sonny Bill Williams (Chiefs), Alex Hodgman (Crusaders)
Partenze: Bryn Hall (Crusaders), Tevita Li (Highlanders), Ben Lam (Hurricanes).

Una nuova maglia da aggiungere alla propria collezione per Sonny Bill:

 

La rosa 2017:

Avanti: Gerard Cowley-Tuioti, Epalahame Faiva, Charlie Faumuina, Blake Gibson, Josh Goodhue, Alex Hodgman, Akira Ioane, Jerome Kaino, Steven Luatua, Sione Mafileo, Pauliasi Manu, Matt Moulds, Brandon Nansen, James Parsons, Sam Prattley, Kara Pryor, Scott Scrafton , Murphy Taramai, Patrick Tuipulotu, Jimmy Tupou, Ofa Tu’ungafasi

Backs: Michael Collins, Matt Duffie, TJ Faiane, Billy Guyton, Rieko Ioane, Matt Vaega, George Moala, Melani Nanai, Sam Nock, Declan O’Donnell, Stephen Perofeta, Augustine Pulu, Rene Ranger, Jordon Trainor, Ihaia West, Sonny Bill Williams, Piers Francis

 


Also published on Medium.

Commenti

2 Comments

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.