Super Rugby: recap e highlights della 1a Giornata

share on:

Il primo week end di Super Rugby non poteva partire in modo migliore. Tutte e 18 le squadre sono scese in campo, tutte pronte a darsi battaglia. A caratterizzare il primo turno di campionato sono stati sicuramente i tanti errori, probabilmente dovuti ad un po’ di ruggine ed ai carichi di lavoro molto pesanti a cui i giocatori sono stati sottoposti. Ecco cosa  é successo nel fine settimana, partita per partita!

Rebels – Blues 18 – 56

La prima partita in assoluto si é giocata a Melbourne ed Australia Sport era all’AAMI Park a viverne le emozioni dal vivo. I Blues hanno mostrato dominio pressoché assoluto, non lasciando scampo ai malcapitati padroni di casa. I Rebels hanno retto solamente per 35 minuti, poi hanno ceduto inesorabilmente sotto i colpi di un favoloso Rieko Ioane, autore di una tripletta impressionante. Il piú giovane dei fratelli Ioane ha giá avuto un assaggio di All Blacks, il 2017 lo vedrá sicuramente ancora piú protagonista. La squadra di Umaga ha segnato 7 mete, i Rebels hanno mostrato qualcosa di buono con Maddock e Mafi, ma servirá maggiore concretezza per ambire a qualcosa di importante

 

Highlanders – Chiefs 15 – 24

I Chiefs hanno espugnato Dunedin  grazie ad una difesa incredibile che non ha concesso nessuna meta ai padroni di casa. Come il migliore opportunista, i Chiefs hanno colpito ogni volta che hanno potuto, mandando a segno per 2 volte l’ala Lowe (grazie a 2 errori di Fekitoa/A.Smith e Naholo) e realizzando la marcatura del bonus col tallonatore Elliott grazie alla piú classica delle rimesse laterali “furbe”. Sicuramente di queste 2 squadre ne sentiremo ancora parlare, rimanete connessi..

Reds – Sharks 28 – 26

In una partita piena di errori, a spuntarla sono i Reds grazie ad una meta del subentrato mediano di mischia Tuttle a pochi minuti dal termine. I Reds hanno riaccolto fra le loro braccia il figliol prodigo Quade Cooper che ha mostrato sí qualcosa di buono, ma si é anche preso un bel placcaggio di “Bentornato nel Super Rugby”. Gli Sharks hanno condotto per la maggior parte del tempo, ma le varie opportunitá mancate alla lunga sono costate caro. A tener vivi i Reds ci ha pensato un sempre piú decisivo Samu Kerevi, autore di 2 mete. Veterani come Higginbotham, Moore e G. Smith hanno dato fiducia alla squadra di Brisbane ed in Queensland é stata festa grossa al fischio finale. Coach Stiles ha iniziato col piede giusto, sta ora alla squadra dimostrare che non é stato solamente un fuoco di paglia.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.