Vittoria storica di Tonga in Nuova Zelanda

share on:
Mate Ma'a Tonga Rugby League

Clamoroso a Hamilton: Mate Ma’a Tonga batte i Kiwi!

Una vittoria che nessuno si aspettava, Tonga umilia la Nuova Zelanda in casa e si qualifica come prima nel girone B. Un risultato che complica la vita a Kiwi e Kangaroos.

Undicesima nazione nella classifica della RLIF, Tonga umilia la Nuova Zelanda con tre mete nel giro di sette minuti di fronte a un pubblico (metà di esso) in visibilio.
Tonga è ora prima nel girone e avrà di fronte un facile avversario nei quarti, la terza del girone A, Francia o Libano.
La Nuova Zelanda giocherà invece contro le Isole Figi nei quarti e dovrà andare in Australia a sfidare i Kangaroos in semifinale.

Dopo le incredibili scene del “derby” tra Tonga e Samoa, la partita tra Mate Ma’a Tonga e Kiwi era attesa come una delle partite più importanti della fase a gironi del torneo. E non ha deluso le aspettative

I giocatori di Tonga hanno tenuto alta la testa non solo di fronte alla haka neozelandese

Dopo la decisione shock di Jason Taumalolo di giocare per Tonga invece di indossare la maglia nera con la V bianca,  la sfida aveva già di per sé un interesse speciale, ma le ottime prestazione di Mate Ma’a nei primi due incontri l’avevano resa ancor più pepata.

Durante il primo tempo i Kiwi hanno controllato la gara e hanno chiuso in vantaggio per 16 a 2, deludendo le aspettative degli appassionati e soprattutto dei tanti tifosi tongani.

Ma nella ripresa nessuno è rimasto deluso dallo spettacolo. Tonga ha operato una rimonta fantastica ribaltando il risultato.
David Fusitu’a è andato in meta al 48′ e al 58′, Tuimoala Lolohea ha segnato la meta del vantaggio al 61′. Dopo la meta kiwi di Roger Tuivasa-Sheck al 71′ che ha ridotto lo svantaggio dei padroni di casa a due punti, 22-24, la terza meta personale di Fusitu’a ha messo definitivamente la parola fine all’incontro a quattro minuti dal termine.

La sintesi della partita


La vittoria ha fatto partire i festeggiamenti nell’isola di Tonga, dove si sono visti caroselli di auto nella capitale Nuku’alofa, come dimostrato dalla foto di copertina (dal quotidiano on-line Matangi Tonga)


Also published on Medium.

Commenti

Rispondi