Wallabies a fatica sulle Isole Figi

share on:

Esordio deludente per i Wallabies alla Coppa del Mondo

Ci è voluto un cartellino giallo a Botia per piegare i figiani

I Wallabies hanno iniziato decisamente con il piede sbagliato la propria avventura mondiale al Sapporo Dome, il 39-21 finale non inganni.

La mancanza di gioco e gli svarioni sono stati davvero preoccupanti, se le Isole Figi avessero mantenuto la disciplina, il risultato sarebbe potuto essere clamoroso.

Sotto per 8-0 dopo soli sette minuti e indietro nel punteggio al termine del primo tempo, gli uomini di Cheika hanno portato la partita a casa grazie a due mete fotocopia di Latu e alla superiorità numerica che ha reso impossibile una rimonta dei figiani.

Latu in meta per l’Australia

Lo schema che tiene in vita i Brumbies nel Super Rugby da anni è stato la carta vincente dei Wallabies. Il tallonatore si è staccato dal trenino dopo la touch per schiacciare in meta al 56′ e al 62′ di gioco.

In mezzo alle due mete di Latu c’è stato il meritato cartellino giallo per Botia che ha aperto la strada non solo alla seconda meta del tallonatore, ma anche a quella di Kerevi e di Koroibete, due giocatori di origine figiana a vestire la maglia dell’Australia.

Buona prova in cabina di regia per VolaVola con le Figi

I segnali positivi, oltre alla vittoria che comunque è arrivata, sono stati la prestazione di David Pocock, che se non al massimo della forma, ha fatto valere la propria esperienza in mischia aperta e mostrato una buona intessa con Naisarani schierato numero otto, e l’efficacia di Koroibete sulla fascia, un giocatore che sembrava perso un paio di mesi fa e che ha invece ritrovato la forma al momento giusto.

Koroibete schiaccia in meta

Per la prossima partita i miglioramenti sono d’obbligo, di fronte i Wallabies si troveranno una delle favorite alla vittoria finale, il Galles.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.