Wallabies dominano il Galles

share on:
Rugby Union Wallabies Bernard Foley

Parte nel modo migliore il tour dei Wallabies

La dodicesima vittoria di fila dell’Australia sul Galles non è mai stata in discussione. Il risultato sarebbe potuto essere ancor più pesante del 32-8 finale.

In gran spolvero l’attacco australiano che ha sfruttato al meglio la piattaforma fornita dalla difesa per irretire gli avversari. Il tour che vedrà i Wallabies giocare contro le cinque migliori formazioni europee parte nel modo migliore. La prossima settimana l’avversario di turno sarà la Scozia al Murrayfield.

Fin dall’inzio i Wallabies hanno avuto in mano la partita attaccando da ogni lato uno scomposto Galles, incapace di trovare risposte.

Con scambi veloci a centrocampo i Wallabies hanno trovato spazi nella difesa avversaria: la ben oliata coppia di mediani Phipps – Foley ha trovato subito i meccanismi giusti per coinvolgere Hodge Kuridrani e Haylett-Petty, spesso spostatosi al centro.

Complici le assenza di giocatori chiave in terza linea, il Galles ha lasciato spazi enormi ai backs australiani che sono andati diverse volte vicini alla meta, ma hanno mancato l’ultimo passaggio nel momento cruciale. La prima meta dei Wallabies è arrivata a seguito di una rimessa laterale, grazie al capitano Moore, le seconde due del primo tempo da Hodge e Kuridrani, sfruttando le combinazioni di centrocampo.

Il capitano Stephen Moore porta palla:

Alle folate dei Wallabies i dragoni gallesi non hanno trovato alcuna risposta, le uniche due occasioni avute nel primo tempo sono arrivate da falli commessi dai Wallabies nei propri 30 metri. Halfpenny ha convertito una delle due punizioni in 3 punti, ma ha sbagliato la seconda.

Nella ripresa il registro non è cambiato, l’Australia ha dominato il possesso e ha messo in costante difficoltà la difesa di casa, che ha ancora evidenziato i propri limiti, quando Foley ha varcato per la quarta volta la linea di meta dopo un’altra rapida combinazione dei backs.

Per vedere il Galles pericoloso si è dovuto attendere fino al sessantacinquesimo minuto, quando più che altro su un episodio, i Davies è andato in meta. Dieci minuti più tardi, quando il Galles era vicino alla seconda segnatura, un placcaggio eccezionale per tempismo di Frisby, subentrato a Phipps in mediana, ha negato la meta e sugli sviluppi un’intercetto da cinquanta metri di Haylett-Petty ha chiuso definitivamente i giochi.

Haylett-Petty segna l’ultima meta dell’incontro, la quinta per i Wallabies:

In copertina Bernard Foley in meta, foto dall’account Twitter 


Also published on Medium.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.