Wallaroos Black Ferns

share on:

Primo incontro a Perth tra le due rivali e nuova vittoria kiwi

Le Black Fern si impongono per sulle Wallaroos per 47 – 22

Se il dominio degli All Blacks sui Wallabies è netto ma non totale, con i verdeoro in grado di aggiudicarsi un incontro ogni tanto, in campo femminile, le Wallaroos non hanno mai perso contro le Black Fern nei 17 incontri precedenti. E così non è stato nel loro diciottesimo scontro diretto.

Il risultato finale è la chiara rappresentazione di un movimento, quello neozelandese, di livello superiore. Il rugby femminile in Australia ha iniziato a fare seriamente i primi passi negli ultimi tre anni, in Nuova Zelanda hanno iniziato  quindici anni prima.

Nel primo tempo le Black Fern hanno dominato il gioco, lasciando alle Wallaroos solo le briciole. Nella ripresa l’Australia ha giocato molto meglio e ha mostrato, a tratti, di essere in grado di mettere sotto pressione le ben più quotate avversarie.

La Nuova Zelanda ha messo subito sotto pressione l’Australia, grazie a due falli consecutivi, si è portata a ridosso della linea di meta delle Wallaroos e ha conquistato i primi 5 punti con la spinta delle avanti da touch.

Wickliffe al quindicesimo ha concluso un’azione iniziata dalla mediano d’apertura Cocksedge per segnare la seconda meta delle Black Ferns.

Cramer ha mancato un piazzato al ventesimo di gioco, un banale errore di Cocksedge alla ripresa del gioco dai 22 metri ha dato la possibilità all’Australia di mantenere la pressione sulle avversarie, ma la difesa neozelandese ha tenuto bene, soprattutto grazie al gran lavoro di Ngata- Aerengamate.

Wickliffe ha dato il la alla terza meta neozelandese alla mezzora, trovando il varco giusto nella cuore della difesa australiana e liberando spazio sulle ali, McMenamin in meta, la sua seconda personale.

A un minuto dal termine del primo tempo, la difesa delle wallaroos ha nuovamente ceduto, lasciando un buco enorme al centro, del quale ne ha approfittato Demani, fisico più da centro che da mediano d’apertura, che di potenza ha rotto un paio i placcaggi per andare a schiacciare l’ovale in meta.

22-0 il meritato parziale del primo tempo per le Black Ferns.

Cramer ha aperto i giochi nel secondo tempo, con una meta in velocità. La tre quarti ala australiana ha raccolto una palla persa in ruck da Cocksedge nei propri 22 e ha percorso tutto il campo per andare a schiacciare l’ovale in meta.

La risposta delle Black Fern non si è fatta attendere e Winiata ha segnato nell’angolino la meta numero 5 per le  kiwi.

Nell’ultimo quarto di gioco, con le squadre rivoluzionate dai numerosi cambi di rito, Cramer ha segnato la propria doppietta dopo un buon periodo di possesso australiano.  Cramer ha sbagliato la trasformazione lasciando il risultato sul 30-10.

Se l’Australia aveva una minima speranza di avvicinarsi alla Nuova Zelanda, un meta su intercetto della terza linea Elder e una di potenza di Leti I’iga hanno immediatamente ristabilito gli equilibri.

La partita si è poi conclusa con la meta di Nga-Woo

Il Tabellino

Australia 10 (0):
Mete: Cramer (2)

Nuova Zelanda 47 (22):
Mete: McMenamin (2), Wickliffe, Demant, Winiata, Elder, Leti-l’iga, Nga-Woo
Trasf.: Demant (2)
Piazz.: Cocksedge

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.